Gara - ID 485

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante CICCIANO
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta per l’affidamento in concessione  del  servizio di accertamento e riscossione coattiva dell'IMU/TASI/TARI  - di gestione ordinaria, accertamento e riscossione della COSAP, passi carrabili,  della imposta sulla pubblicità, del diritto sulle pubbliche affissioni, e delle entrate extratributarie canoni e fitti attivi – riscossione coattiva sanzioni al CDS. CIG: 8583249126
CIG8583249126
CUP
Totale appalto€ 1.873.600,00
Data pubblicazione 20/01/2021 Termine richieste chiarimenti Martedi - 02 Marzo 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 12 Marzo 2021 - 12:00
Categorie merceologiche
  • 75 - Servizi di pubblica amministrazione e difesa e servizi di previdenza sociale
DescrizioneAffidamento in concessione  del  servizio di accertamento e riscossione coattiva dell'IMU/TASI/TARI  - di gestione ordinaria, accertamento e riscossione della COSAP, passi carrabili,  della imposta sulla pubblicità, del diritto sulle pubbliche affissioni, e delle entrate extratributarie canoni e fitti attivi – riscossione coattiva sanzioni al CDS
Struttura proponente COMUNE DI CICCIANO
Responsabile del servizio Dott.ssa Luisa Ardolino Responsabile del procedimento ARDOLINO LUISA
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf atti-di-gara - 5.64 MB
File pdf errata-corrige - 162.46 kB
File pdf errata-corrige - 162.46 kB
File pdf disciplinare-rettifica - 1.85 MB
File pdf disciplinare-rettifica - 1.85 MB
File p7m verbale-1-del-14-4-2021-pubblica.pdf.p7m - 725.69 kB
File p7m verbale-2-del-20-4-2021-pubblica-soccorso.pdf.p7m - 294.00 kB

Avvisi di gara

08/02/2021Modifica date procedura Aperta: Procedura aperta per l’affidamento in concessione  del  servizio di accertamento e riscossione coattiva dell'IMU/TASI/TARI  - di gestione ordinaria, accertamento e riscossione della COSAP, passi carrabili,  della
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggetto A seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornate   Termine richieste chiarimenti 02/03/2021 12:00 Scadenza presentazione offerte 12/03/2021 12:00 Apertura dell...
22/01/2021errata corrige
   ...
20/01/2021CHIARIMENTO FORMULA OFFERTA ECONOMICA
Metodo di attribuzione del coefficiente per il calcolo del punteggio dell’offerta economica Minor aggio per il concessionario, rispetto ai valori massimi indicati nell’art. 19 del presente capitolato Punteggio massimo attribuibile 25 (DA 0 A 25...

Chiarimenti

  1. 04/02/2021 09:29 - Buongiorno, si segnala che al momento la piattaforma avcp non permette di generare il modello per il pagamento del contributo in sede di gara, restituendo questa informativa:” Il codice inserito è valido ma non è attualmente disponibile per il pagamento. E' opportuno contattare la stazione appaltante”.
    Similarmente, il pass oe non può essere generato, in quanto il cig non risulta definito.
    Si prega pertanto di voler provvedere alla definizione degli stessi, al fine di consentirci la partecipazione.
    In attesa di riscontro in merito, con l’occasione si inviano
    Distinti Saluti
     


    Il Cig è stato perfezionato
    18/02/2021 11:49
  2. 05/02/2021 10:37 - In merito alla gara in oggetto si fa presetne che il CIG indicato non esiste o non è stato ancora definito, di conseguenza non è possibile generarlo sul sito: https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/Servizi/ServiziOnline/AVCpass

    Il Cig è stato perfezionato
    18/02/2021 11:50
  3. 05/02/2021 10:42 - Al fine di poter formulare una offerta, il più possibile congeniale alle esigenze della S.A., lo scrivente operatore economico chiede che, la stessa, specifichi, sia per quanto riguarda l’IMU, la TASI, TARI che per gli altri tributi oggetto di gara, per quali annualità, per quali tipologie, quali importi ed il numero di atti è stato oggetto di attività accertativa già realizzata, nonché per ciò che attiene la riscossione coattiva.
    Si chiede, inoltre, di conoscere l’ammontare delle entrate comunali scadute e non riscosse, che l’Ente deve avviare a riscossione coattiva (importi e flussi).
    Per ciò che attiene agli oneri di riscossione previsti dalla L. 160/2019, si chiede di specificare a chi spettano.
    Si prega di specificare quale è il software attualmente in uso all’ente.
    Si chiede, per ciò che attiene le spese di notifica, se è previsto il rimborso.
    In aggiunta, si pone un ulteriore quesito riguardante l’attività di riscossione coattiva posta in essere dall’eventuale gestore uscente, si chiede all’illustrissima S. A. se tali attività continuano in capo al precedente gestore (ove esistente) o vengono trasmesse al nuovo aggiudicatario.

    In attesa di cortese riscontro si porgono cordiali saluti.
     


    Premesso che l’art.23 del capitolato riporta in forma tabellare i tributi e le entrate da accertare e oggetto di riscossione coattiva con indicazione del numero degli anni, si riepiloga di seguito:
    Imu e Tasi avvisi di accertamento da emettere dal 2016 in poi  – importo storico euro 550.000;
    Imu e Tasi  riscossione coattiva  da emettere dal 2013 in poi – importo storico  euro 200.000;
    Tari accertamenti da emettere dal 2015 in poi – importo storico euro 400.000;
    Tari riscossione coattiva da emettere dal 2013 – importo storico euro 200.000;
    Sanzioni al CDS coattivo da emettere dal 2018 in poi – importo storico 190.000;
    Passi carrabili ordinario storico dell’Ente euro 40.000 -. Per accertamenti L’ente non dispone di un dato storico in quanto non si è mai provveduto in merito;
    Cosap ordinario storico ente euro 85.000 – Per accertamenti l’ente non dispone di un dato storico in quanto non si è mai provveduto in merito;
    CIMP ,DPA, FITTI ATTIVI ordinario ente euro 2.000 –  Per accertamenti l’ente non dispone di un dato storico in quanto non si è mai provveduto in merito;
    In relazione agli oneri di riscossione previsti dalla l.160/2019 si applicano le regole previste dal comma 803 dell’art.1 della legge 160/2019 e comunque a quanto previsto per legge.
    Il software in uso all’Ente è advanced systems;
    In relazione alle spese di notifica è previsto il rimborso a carico dei contribuenti;
    Le attività di riscossione coattiva posta in essere permangono in capo al vecchio gestore;
    18/02/2021 14:06
  4. 05/02/2021 12:47 -
    Spett.le Ente ,
    in merito alla procedura in oggetto la scrivente, al fine di elaborare un budget economico finanziario congruo e coerente della commessa richiede i seguenti chiarimenti:
    1) Gettito Volontario e numero di contribuenti IMU relativo agli anni 2019 e 2020;
    2) Importo della lista di carico Tari e numero di utenze riferito agli anni 2019 e 2020;
    3) Si rileva inoltre che l'ipotesi degli incassi annui indicati dall'Ente (all'art. 23 del Capitolato di appalto) per gli accertamenti pari ad € 550.000,00 per IMU/TASI ed € 400.000,00 per la TARI nonchè per il coattivo di € 200.000 per IMU/Tasi e € 200.000 per la Tari, appaiono sovrastimati.
    Si chiede pertanto se tali incassi sono stati stimati dalla Stazione Appaltante sulla base dei dati riferiti alle precedenti annualità.
    In attesa di cortese riscontro si inviano
    Distinti saluti


    Premesso che il gettito volontario non è oggetto della presente gara, a buon fine si riscontra quanto segue:
    1) media gettito volontario imu euro 1.300.000  – 6000 contribuenti in media;
    2) media gettito volontario tari euro 1.600.000  – 6600 contribuenti in media;

    Si precisa inoltre che gli importi della gara sono stati stimati su dati di rendiconto.
    25/02/2021 12:13
  5. 08/02/2021 16:48 - Con riferimento alla procedura in oggetto, al fine di una corretta valutazione della documentazione di gara ed economica, si richiedono i seguenti chiarimenti:
    • si chiede di conoscere i dati relativi ai gettiti delle entrate oggetto del servizio mediante la compilazione dell’allegata scheda informativa. In particolare, per l’IMU si chiede di evidenziare la parte di spettanza dello Stato;
    • si chiede di conoscere se è stata già effettuata una verifica tributaria (accertamento), che anni ha coinvolto e relativa a quali entrate oggetto di gara;
    • si chiede di conoscere se i servizi posti in gara sono stati in passato esternalizzati e a quali soggetti;
    • si chiede di conoscere il software attualmente in uso per la gestione dei servizi oggetto di gara;
    • Relativamente alla riscossione coattiva delle entrate che prevede un aggio a base d’asta pari al 10%, si chiede di conoscere l’ammontare dei crediti IMU/TARI (ed il numero delle posizioni) da sottoporre a riscossione coattiva a seguito accertamenti definitivi emessi dal Comune.,
    • si chiede di conoscere l’ammontare annuo dei carichi Sanzioni codice della strada (ed il numero delle posizioni) da sottoporre a riscossione coattiva
    • si chiede di chiarire se l’aggio fisso per la riscossione coattiva (10%) debba intendersi aggiuntivo rispetto alla quota che la legge (art. 1, comma 803, lett. a) della L. 27/12/2019, n. 160) permette di porre a carico del contribuente a titolo di oneri di riscossione e se tali oneri di riscossione sono anch’essi di spettanza del Concessionario;
    • si chiede di chiarire se le spese postali e/o di notifica per gli avvisi ordinari e gli atti di accertamento di tutte le entrate oggetto di gara sono rimborsate dall’ente al concessionario.
    • di chiarire se le spese postali e/o di notifica (riscossione coattiva) e le spese relative a procedure esecutive, in caso di mancata riscossione per inesigibilità, sono rimborsate dall’Ente al Concessionario
    • si chiede di chiarire se l’attribuzione di 5 punti ciascuno all’elemento di valutazione dell’offerta tecnica 2.1 A) e B) (pag. 32 del disciplinare di gara) si tratta di un refuso. Infatti la somma genera un punteggio di 10, superiore al punteggio massimo previsto di 8 punti.
    In attesa di un riscontro, si porgono distinti saluti
     


    1) Si premette che la riscossione volontaria dei tributi maggiori  IMU e Tari non è oggetto della presente gara. L’importo dell’Imu di spettanza dello stato è in media circa 130.000 euro;


    2) Premesso che l’art.23 del capitolato riporta in forma tabellare i tributi e le entrate da accertare e oggetto di riscossione coattiva con indicazione del numero degli anni, si riepiloga di seguito:
    Imu e Tasi avvisi di accertamento da emettere dal 2016 in poi  – importo storico euro 550.000;
    Imu e Tasi  riscossione coattiva  da emettere dal 2013 in poi – importo storico  euro 200.000;
    Tari accertamenti da emettere dal 2015 in poi – importo storico euro 400.000;
    Tari riscossione coattiva da emettere dal 2013 – importo storico euro 200.000;
    Sanzioni al CDS coattivo da emettere dal 2018 in poi – importo storico 190.000;
    Passi carrabili ordinario storico dell’Ente euro 40.000 -. Per accertamenti L’ente non dispone di un dato storico in quanto non si è mai provveduto in merito;
    Cosap ordinario storico ente euro 85.000 – Per accertamenti l’ente non dispone di un dato storico in quanto non si è mai provveduto in merito;
    CIMP ,DPA, FITTI ATTIVI ordinario ente euro 2.000 –  Per accertamenti l’ente non dispone di un dato storico in quanto non si è mai provveduto in merito;
    Ovvio che le annualità già accertate vengono dedotte implicitamente rispetto a quelle da accertare previste dal capitolato.
    3)
    In relazione al passato l’ultima esternalizzazione risale agli anni 90;
    4)Il software in uso all’Ente è advanced systems;
    5) Per il coattivo si rinvia alla risposta 1;
    6) Per il coattiva sanzioni cds si rinvia alla risposta 1;
    7) In relazione agli oneri di riscossione previsti dalla l.160/2019 si applicano le regole previste dal comma 803 dell’art.1 della legge 160/2019 e comunque a quanto previsto per legge.
    8) In relazione alle spese di notifica è previsto il rimborso a carico dei contribuenti;
    9)massimo 8 punti – 
     
    25/02/2021 13:18
  6. 01/03/2021 15:25 -
    1. Dati economici relativi ai tributi ed entrate oggetto di affidamento:
      1. Incasso Tasi 2018-2019;
      2. Num. contribuenti che hanno effettuato almeno un versamento TASI negli anni 2018-2019;
      3. Numero utenze domestiche e non domestiche TARI attive al 01/01/2020;
      4. Numero contribuenti e importo lista ordinaria TARI 2020;
      5. Imponibile TOSAP 2018-2019-2020;
      6. Num. autorizzazioni TOSAP attive al 01/01/2020 compreso occupazioni mercato a posto fisso;
      7. Imponibile ICP 2018-2019-2020;
      8. Num. autorizzazioni ICP attive al 01/01/2020;
      9. Num. posizioni Fitti attivi e imponibile 2018-2019-2020
      10. Ultima annualità accertata per omessa/infedele denuncia TARI;
      11. Ultima annualità accertata per IMU e TASI;
      12. Ultima annualità accertata per omesso/insufficiente pagamento ICP e TOSAP;
      13. Numero, tipologia, superficie e stato degli impianti di affissione attualmente installati
      14. L’Ente è in possesso di un Piano Generale degli impianti?
    2. E’ prevista l’attività di accertamento per omesso/infedele pagamento TARI? E nel caso, con quale aggio è remunerato?
    3. In caso di riscossione degli avvisi di accertamento IUC (IMU,TASI e TARI), ICP e TOSAP, ecc. in fase coattiva/esecutiva saranno riconosciuti all’affidatario entrambi gli aggi previsti per i rispettivi servizi (b1 + c dell’art.19 del capitolato)?
    4. Concessionario uscente;
    5. In caso di comprovata inesigibilità, è previsto il rimborso da parte del Comune della spese di notifica ed esecutive ai sensi dell’art. 19 del D.Lgs. 112/99?
    6. La Ditta aggiudicataria è autorizzata a portare a compimento, anche dopo la scadenza del contratto, le attività di riscossione sulle liste consegnate in vigenza di contratto percependo gli aggi offerti in sede di gara?
    Grazie
    Distinti Saluti


    Incasso tasi 2018-2019 euro 340.000
    Contribuenti Imu 6000
    Utenze tari 6600 – ruolo ordinario 1.630.000
    Incassato Tosap 85.000 annui
    Numero autorizzazioni tosap 220 compreso mercato
    Numero impianti pubblicitari circa 30 (varie misure)
    Punti 10-11 – 12  cfr capitolato e quesiti già evasi
    L’ente non è in possesso di un piano generale degli impianti pubblicitari
    Punto 2-3 cfr capitolato
    L’attività al momento è gestita internamente
    Punto 5-6 cfr capitolato
     
    08/03/2021 17:29

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it