Gara - ID 2065

Stato: Inviato esito di gara


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante ASCEA
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta per l’affidamento del “Servizio Pubblico di gestione dei parcheggi a pagamento e servizi complementari ed accessori.” CIG: 87263614E7
CIG87263614E7
CUP
Totale appalto€ 1.200.000,00
Data pubblicazione 28/04/2021 Termine richieste chiarimenti Lunedi - 17 Maggio 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 31 Maggio 2021 - 12:00
Categorie merceologiche
  • 98 - Altri servizi di comunità, sociali e personali
DescrizioneProcedura aperta per l’affidamento del “Servizio Pubblico di gestione dei parcheggi a pagamento e servizi complementari ed accessori.” CIG: 87263614E7
Struttura proponente COMUNE DI ASCEA
Responsabile del servizio Gaetano Cerasuolo Responsabile del procedimento cerasuolo gaetano
Allegati
Richiesta DGUE XML
File zip atti-di-gara - 4.09 MB
File p7m charimenti.pdf - 707.79 kB
File p7m chiarimento-3-risposta.docx - 22.46 kB
File pdf tutte-le-delibere-dal-2017-al-2021 - 5.18 MB
File pdf tutte-le-delibere-dal-2017-al-2021 - 5.18 MB
File p7m verbale-n.-1-del-07-06-2021-seduta-pubblica.pdf.p7m - 969.81 kB
File p7m verbale-n.-2-del-11-06-2021-seduta-soccorso-e-catalogazione.pdf.p7m - 653.80 kB
File p7m verbale-n.-5-del-21-06-2021-economica-.pdf.p7m - 1.12 MB
File p7m determina-n-23.pdf-2 - 619.08 kB
File pdf Avviso di appalto aggiudicato - 44.70 kB

Trasparenza

Importo liquidato0,00

Seggio di gara

Atto di costituzione 19 - 04/06/2021
Nome Ruolo CV
PESA ANTONELLO PRESIDENTE

Commissione valutatrice

Atto di costituzione 19 - 04/06/2021
Nome Ruolo CV
PESA ANTONELLO PRESIDENTE

Avvisi di gara

16/09/2021Avviso di appalto aggiudicato - Procedura Aperta: Procedura aperta per l’affidamento del “Servizio Pubblico di gestione dei parcheggi a pagamento e servizi complementari ed accessori.” CIG: 87263614E7
Si comunica che è stato pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per la gara in oggetto...
16/09/2021Pubblicazione Esito - Procedura Aperta: Procedura aperta per l’affidamento del “Servizio Pubblico di gestione dei parcheggi a pagamento e servizi complementari ed accessori.” CIG: 87263614E7
Si comunica che è stato pubblicato l'esito per la gara in oggetto...
26/05/2021DELIBERE
DELIBERE...
24/05/2021CHIARIMENTI
CHIARIMENTI...
07/05/2021AVVISO
SI COMUNICA CHE RELATIVAMENTE AL SOPRALLUOGO OBBLIGATORIO, ADEMPIMENTO NECESSARIO AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALLA GARA, I SOLI OPERATORI ECONOMICI CHE AVEVANO GIA EFFETTUATO TALE OBBLIGO PRECEDENTEMENTE ALLA RIPUBBLICAZIONE DEL BANDO E CHE NON AVESSERO ...

Chiarimenti

  1. 14/05/2021 13:20 - 1. Con riferimento al Disciplinare, art. 3. OGGETTO E VALORE DELLA APPALTO, “ATTIVITA’ SECONDARIE: manutenzione della segnaletica verticale ed orizzontale relativa alle piste ciclabili esistenti”, dal momento che non vengono forniti ulteriori dettagli al riguardo, si chiede di confermare che trattasi di un refuso e che tale prestazione non è oggetto della concessione.
    2. Con riferimento al Disciplinare, 7.3 REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE, “d) aver fornito, nei cinque anni antecedenti la data di pubblicazione del presente avviso, sistemi per la gestione di ZTL in almeno due comuni con popolazione residente pari o superiore a quella del Comune di Ascea” si chiede di confermare che il requisito può essere dimostrato sia con la fornitura delle componenti di campo (varchi elettronici), sia con la fornitura delle componenti applicative (es. per gestione delle white list, rilascio dei permessi) anche singolarmente.
    3. Con riferimento al Disciplinare, 18.1 CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA, A) Modalità operative di gestione dei servizi, sottocriterio “4. Sistema di controllo della sosta: Max punti 5”, si chiede: a. di confermare se il sottocriterio “4. Sistema di controllo della sosta” si riferisce al sistema di controllo della sosta basato sui “sistemi elettronici da inserire sugli stalli per la segnalazione degli stalli occupati e liberi” indicati nel Capitolato Speciale, art. 1; b. di confermare che il Proponente può proporre la propria soluzione tecnologica e che pertanto il sistema proposto sarà oggetto di valutazione esclusivamente dal punto di vista qualitativo delle tecnologie offerte, in termini di caratteristiche tecniche, performance e funzionalità. c. se invece la valutazione fosse anche di tipo quantitativo, di specificare le quantità minime e i criteri di attribuzione dei punteggi in base alle quantità offerte.
    4. Con riferimento al Disciplinare, 18.1 CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA, C) Varchi ZTL, “1. Caratteristiche tecniche varchi periferici ZTL: Max punti 10 2. Caratteristiche tecniche server centrale ZTL: Max punti 5 3. Telecamera OCR conforme norma UNI 10722/2016: Max punti 10” si chiede: a. di indicare se il Sistema Varchi ZTL deve essere omologato ai sensi del DPR 250/99 oppure se vengono richieste impianti con telecamere OCR non dotate di omologa. b. di confermare che, in assenza di specifici requisiti nel Capitolato Speciale, il Proponente può proporre la propria soluzione tecnologica e che pertanto il sistema proposto sarà oggetto di valutazione dal punto di vista qualitativo delle tecnologie offerte, in termini di caratteristiche tecniche, performance e funzionalità. c. dati i costi di investimento e manutenzione di impianti di questo tipo - sia non omologati e ancor più se omologati – se nei punteggi previsti sia inclusa anche una valutazione di tipo quantitativo. In tal caso, si chiede si chiede di specificare le quantità minime e i criteri di attribuzione dei punteggi in base alle quantità offerte.
    5. Con riferimento alla Relazione Illustrativa, “Si presume che l’introito annuale ipotizzato pari ad € 300.000,00 di incasso generale, possa portare nelle casse comunali un introito minimo garantito, pari ad € 150.000,00, importo su cui viene stilata l’offerta in aumento”, e con riferimento alla successiva tabella “RIEPILOGO INCASSI ANNI PREGRESSI, 2017-2020", dal momento che gli incassi ivi riportati sono inferiori ai 300.000 € di introito annuale ipotizzato come base d’asta, per una migliore valutazione dell’incremento previsto, si chiede di indicare per ogni anno del periodo considerato nella tabella (2017- 2020): a. il n. degli stalli a pagamento gestiti b. L'orario e i giorni della sosta a pagamento c. le tariffe orarie applicate d. il n. delle risorse addette all’accertamento e al controllo, con indicazione del Concessionario e. il n. di preavvisi emessi
    6. Con riferimento al Disciplinare, 18.2 METODO DI ATTRIBUZIONE DEL COEFFICIENTE PER IL CALCOLO DEL PUNTEGGIO DELL’OFFERTA ECONOMICA, P = 25 x (Ra/Rmax)a Ra = rialzo percentuale dell’offerta del concorrente i-esimo in aumento rispetto al base d’asta; Rmax = rialzo percentuale dell’offerta più conveniente; a =0,5 si chiede a. Se il rialzo oggetto di valutazione deve essere inteso come totale della percentuale offerta in rialzo rispetto alla base d’asta, oppure come la differenza fra la percentuale minima richiesta del 40% e la percentuale offerta in aumento. Ad esempio, ipotizzando che un offerente offra un rialzo dell’1% rispetto al 40%, si chiede di indicare quale delle due opzioni seguenti sarà oggetto di valutazione: i. 41%, dato dalla somma 40% base d’asta + 1% di rialzo offerto ii. 1%, corrispondente alla differenza fra il 41% e 40%.
    7. Con riferimento al Capitolato Speciale, art. 2, “esecuzione degli interventi necessari per la messa in esercizio dei parcheggi in struttura (casse automatiche, colonnine per il rilascio dei ticket d’ingresso ecc.)”, dal momento che non vengono fornite ulteriori indicazioni: a. si chiede di confermare che la citazione riportata è un refuso e che non sono previsti interventi per parcheggi in struttura; b. Nel caso in cui siano previsti interventi per i parcheggi in struttura, si chiede di fornire tutti gli opportuni dettagli quantitativi e qualitativi, inclusi dati storici relativi agli incassi. c. Nel caso in cui siano previsti interventi per i parcheggi in struttura, si chiede di specificare i relativi criteri di valutazione qualitativi e quantitativi.
    8. Con riferimento al Capitolato Speciale, art. 1, “sistemi multifunzionali di informazione agli utenti”, si chiede: a. Di confermare che tali sistemi sono oggetto di valutazione del sottocriterio “3. Piano segnaletica stradale e comunicazione”; b. In caso affermativo, si chiede di confermare che, in assenza di specifici requisiti nel Capitolato Speciale, il Proponente può proporre la propria soluzione tecnologica e che pertanto il sistema proposto sarà oggetto di valutazione dal punto di vista qualitativo delle tecnologie offerte, in termini di caratteristiche tecniche, performance e funzionalità; c. dati i costi di investimento e manutenzione di impianti di questo tipo, se invece la valutazione fosse di tipo quantitativo, si chiede di specificare le quantità minime e i criteri di attribuzione dei punteggi in base alle quantità offerte.
    9. Con riferimento al Disciplinare, 18.1 CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA, A) Modalità operative di gestione dei servizi, sottocriterio “3. Piano segnaletica stradale e comunicazione: Max punti 10” e Capitolato Speciale, art. 7 “Oltre alla segnaletica verticale, il concessionario dovrà provvedere all’installazione di ulteriore segnaletica informativa, al fine di ottimizzare la viabilità nei parcheggi e l’informazione all’utenza”, si chiede di specificare se si intende un progetto di indirizzamento ai parcheggi oppure altro tipo di comunicazione; in tal caso, si prega di fornire ulteriori dettagli rispetto alle specifiche esigenze dell’amministrazione.
    10. Con riferimento al Capitolato Speciale, “art. 2 - Dopo la stipula del contratto il concessionario avrà a disposizione 30 giorni per l’avvio effettivo del servizio, comprensivo della realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale, dell’installazione dei parcometri e di esecuzione degli interventi necessari per la messa in esercizio dei parcheggi in struttura (casse automatiche, colonnine per il rilascio dei ticket d’ingresso ecc., pannelli contenenti la messaggistica informativa, segnalazione aree riservate ai motocicli, etcc.)”. “art. 7 - La segnaletica stradale verticale ed orizzontale dovrà essere realizzata a cura del concessionario e dovrà essere completamente installata entro 90 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto di concessione. Il servizio potrà iniziare solo previa verifica della completa installazione della segnaletica stradale orizzontale e verticale, che dovrà risultare da un verbale di sopralluogo congiunto tra il RUP e il concessionario”. rilevando la contraddizione tra i due articoli, si chiede di indicare il termine temporale per l’avvio del servizio dalla stipula del contratto.



    In riferimento alla richiesta di chiarimenti si comunica quanto segue:
    • relativamente al punto 1,  si conferma che la segnaletica orizzontale e verticale delle piste ciclabili, è oggetto dell’appalto, stante la concomitanza di delimitazione degli stalli e l’organizzazione della circolazione;
    • relativamente al punto 2, si conferma che il requisito può essere dimostrato sia con la fornitura delle componenti di campo (varchi elettronici), sia con la fornitura delle componenti applicative (es. per gestione delle white list, rilascio dei permessi) anche singolarmente;
    • in risposta al punto 3
    1. quando si parla di sistemi di controllo della sosta ci si riferisce a tutti i sistemi presenti sul mercato;
    2. si conferma quanto affermato;
    3. la valutazione non è di tipo esclusivamente quantitativo e non esiste un numero minimo richiesto;
    • in riferimento al punto 4
    1. il sistema deve essere omologato;
    2. si conferma quanto richiesto;
    3. la valutazione non è di tipo esclusivamente quantitativo e non esiste un numero minimo richiesto
    • in risposta al punto 5, si comunica quanto segue:
    Anno Numero Stalli Totale
    Parcometri
    Totale Ausiliari Gestori servizio nr. preavvisi Incasso parcometri Canone versato al Comune
    2017 785
    dato non disponibile

    dato non disponibile
    Soc. Coop. Capriccio a.r.l.
    dato non disponibile

    137.450,00

    97.250,00
    2018 785
    dato non disponibile

    dato non disponibile
    Soc. Cooperative Athena dato non disponibile dato non disponibile
    104.250,00
    2019 985 11 10 Soc. Coop. Capriccio a.r.l. 420 118.623,00 106.025,00
    2020 1005 23 9 gestione diretta del Comune di Ascea 630
    178.263,00

    ---------------
    Relativamente alle tariffe praticate, ai giorni e agli orari di sosta, si riporta integralmente alle specifiche delibere di Giunta Comunale relative alle annualità in esame che si allegano alla presente.
    • Relativamente al punto 6. Si conferma opzione II;
    • Relativamente al punto 7. Si chiarisce che è un refuso e non esistono parcheggi in struttura;
    • In risposta al punto 8,
    1. Si conferma quanto richiesto;
    2. si conferma quanto affermato;
    3. la valutazione non è di tipo esclusivamente quantitativo e non esiste un numero minimo richiesto
    • In riferimento al punto 9, viene precisato che il concorrente deve provvedere a predisporre una idea progettuale, in cui specifichi, preso atto del sopralluogo sulle aree interessate come proporre una progettualità che soddisfi pienamente l’organizzazione del servizio;
    • In riferimento al punto 10, deve intendersi giorni 30. La consegna, avverrà nei tempi e nelle modalità previste dalla normativa vigente.

     
    21/05/2021 15:15
  2. 13/05/2021 11:24 - Con riferimento a quanto indicato nella Relazione Illustrativa a pag.11, si chiede di chiarire il dato relativo
    agli incassi degli anni precedenti, dal 2017 al 2020.
    Più specificatamente, si chiede di indicare il numero di posti auto a pagamento ed il relativo piano tariffario
    in vigore, riferibile a ciascuno dei suddetti anni.
    Si richiede inoltre di comunicare, per ognuno degli anni indicati, i nominativi dei gestori della sosta ed i canoni
    corrisposti al Comune, sia le cifre che le percentuali degli incassi.
    Infine si chiede di spiegare in base a quali criteri, a fronte di un incasso medio del periodo 2017/2020 pari a
    circa € 135.000,00/anno, si faccia una stima pari ad € 300.000,00/anno al netto dell’Iva e pertanto viene quindi
    ipotizzato un incasso di € 366.000,00/anno (considerando che l’IVA è pari al 22%).
    Anche considerando l’importo da voi stimato, ossia di € 300.000,00/anno al netto dell’IVA, applicando la percentuale
    posta a base d’asta del 40%, l’importo corrispondente dovrebbe essere pari ad € 120.000,00 per definire il canone
    minimo garantito a favore del Comune, mentre è stato stabilito che il canone minimo è pari ad € 150.000,00/anno
    che corrisponde al 50% degli incassi da voi stimati. Quale delle due è errata, il canone minimo o la percentuale minima?
    Infine si chiede di dare indicazioni relative all’annualità 2021 per il calcolo del canone minimo, considerando che la
    data di scadenza per la presentazione delle offerte è il 31 Maggio, l’apertura delle buste non è immediata ma è il 07 Giugno,
    presumibilmente l’aggiudicazione definitiva e le tempistiche tecniche per l’avvio del servizio non consentiranno di iniziare
    il 01 Giugno, ma presumibilmente alla fine di Luglio o inizio di Agosto.
     


    Relativamente alle tariffe praticate, ai giorni e agli orari di sosta, si riporta integralmente alle specifiche delibere di Giunta Comunale relative alle annualità in esame che si allegano alla presente.
    Anno Numero Stalli Totale
    Parcometri
    Totale Ausiliari Gestori servizio nr. preavvisi Incasso parcometri Canone versato al Comune
    2017 785
    dato non disponibile

    dato non disponibile
    Soc. Coop. Capriccio a.r.l.
    dato non disponibile

    137.450,00

    97.250,00
    2018 785
    dato non disponibile

    dato non disponibile
    Soc. Cooperative Athena dato non disponibile dato non disponibile
    104.250,00
    2019 985 11 10 Soc. Coop. Capriccio a.r.l. 420 118.623,00 106.025,00
    2020 1005 23 9 gestione diretta del Comune di Ascea 630
    178.263,00

    ---------------

    Risposta) L’importo stimato degli incassi futuri relativi al servizio di gestione dei parcheggi a pagamento, deriva da una serie di valutazioni circa una diversa gestione del servizio de quo. In primis, si rappresenta che a differenza delle precedenti annualità e precisamente fino all’anno 2019, la sosta a pagamento, così come indicato nelle delibere di Giunta relative alle tariffe e alla modalità di esecuzione del servizio, prevedeva che la sosta a pagamento terminasse alle ore 20.00 e non alle ore 24.00 così come previsto per la prima volta solo dall’estate 2020. Stante la presenza di numerose attività di ristorazione e di svago, poste a ridosso degli stalli di sosta, è facilmente prevedibile un aumento esponenziale del gettito di incassi derivante dalla sosta a pagamento in tale fascia oraria caratterizzata da una movida capace di spostare enormi masse di avventori anche dai comuni del circondario. Tale opportunità non è stata sfruttata a pieno in quanto il servizio di gestione del parcheggio a pagamento, a seguito, di mancato affidamento ad operatori economici esterni è stato gestito direttamente dal Comune di Ascea che in tempi ridottissimi ha dovuto organizzare tale servizio in situazione di emergenza, non potendo sfruttare a pieno tutte le possibilità offerte dall’ampiamento della fascia oraria di parcheggio a pagamento in quanto non si disponeva di personale per il controllo della sosta in tale periodo. In aderenza all’art. 3, Disciplinare di gara, il valore dell’appalto, determinato in conformità all’art. 167 del Codice, è costituito dal fatturato totale dell’affidatario, generato per tutta la durata del contratto, comprensivo degli eventuali introiti fino al 2024, è pari a euro 1.200.000,00 oltre iva, se dovuta, il canone a favore dell’ente è pari alla percentuale del 40% (al netto del rialzo offerto) degli incassi al netto dell’iva, con un canone minimo garantito a favore dell’ente pari a euro 150.000,00. Per il solo anno di gestione 2021, la definizione del canone minimo da garantire all’ente, sarà commisurata agli effettivi mesi di esecuzione del servizio, coincidenti dalla consegna del servizio.
     
    24/05/2021 09:26
  3. 14/05/2021 10:10 - In riferimento al bando di gara relativo al servizio in oggetto, con la presente si chiede gentilmente:
     
    1. di indicare gli incassi derivanti dalla gestione del servizio oggetto del bando degli anni 2021 – 2020 – 2019 – 2018, specificando se al netto o lordo di IVA. Relativamente agli anni 2019, 2020 e 2021 si chiede la divisione degli incassi per mese e per tipologia (sosta breve, abbonamenti,  ecc…);
     
    1. di specificare l’importo del canone versato dal gestore per il servizio oggetto del bando negli anni 2021 - 2020 -2019 - 2018, specificando se al netto o lordo di IVA;
     
    1. di indicare a quali e quanti posti auto sono riferiti i suddetti incassi e canone derivanti dal servizio in oggetto negli anni 2021 - 2020 - 2019 – 2018, e quali tariffe venivano applicate in questi esercizi;
     
    1. di fornire la denominazione della ditta che ha gestito il servizio in oggetto negli ultimi quattro anni (2021 - 2020 - 2019 – 2018);
     
    1. conferma che per le aree oggetto della concessione non sia dovuto alcun tributo locale come ad esempio TARSU/TIA/TOSAP/TARES/TARI/TASI e/o altri tributi locali, presenti e futuri, oppure indicare l’importo dei tributi locali che dovessero intendersi applicabili, ed in caso affermativo di quantificarne l’importo relativo ad ogni singola area;
     
    1. conferma del diritto, da parte del gestore, di recupero delle tariffe evase e delle relative penali contrattuali ai sensi dell'art. 17, comma 132, legge 127/1997.
     
    1. si chiede di specificare se nel numero di 20 fogli massimi di cui dovrà essere composta l’offerta tecnica, allegati planimetrici, allegati tecnici ed indice devono essere ricompresi nel conteggio;
     
    1. se sull’Offerta Economica vada apposta marca da bollo da € 16,00;
     
    1. di specificare, con riguardo ai legali rappresentanti, procuratori, membri del collegio sindacale e dell’organismo di vigilanza, socio unico, se possa indicarsi il domicilio eletto per la carica anziché la residenza;
     
    1. la pubblicazione delle planimetrie in formato DWG.

    Rimanendo in attesa di gentile riscontro e ringraziando per la disponibilità, porgiamo distinti saluti.
     


    Domanda) In riferimento al bando di gara relativo al servizio in oggetto, con la presente si chiede gentilmente: di indicare gli incassi derivanti dalla gestione del servizio oggetto del bando degli anni 2021 – 2020 – 2019 – 2018, specificando se al netto o lordo di IVA. Relativamente agli anni 2019, 2020 e 2021 si chiede la divisione degli incassi per mese e per tipologia (sosta breve, abbonamenti,  ecc…);   di specificare l’importo del canone versato dal gestore per il servizio oggetto del bando negli anni 2021 - 2020 -2019 - 2018, specificando se al netto o lordo di IVA;   di indicare a quali e quanti posti auto sono riferiti i suddetti incassi e canone derivanti dal servizio in oggetto negli anni 2021 - 2020 - 2019 – 2018, e quali tariffe venivano applicate in questi esercizi;   di fornire la denominazione della ditta che ha gestito il servizio in oggetto negli ultimi quattro anni (2021 - 2020 - 2019 – 2018);   conferma che per le aree oggetto della concessione non sia dovuto alcun tributo locale come ad esempio TARSU/TIA/TOSAP/TARES/TARI/TASI e/o altri tributi locali, presenti e futuri, oppure indicare l’importo dei tributi locali che dovessero intendersi applicabili, ed in caso affermativo di quantificarne l’importo relativo ad ogni singola area;   conferma del diritto, da parte del gestore, di recupero delle tariffe evase e delle relative penali contrattuali ai sensi dell'art. 17, comma 132, legge 127/1997.   si chiede di specificare se nel numero di 20 fogli massimi di cui dovrà essere composta l’offerta tecnica, allegati planimetrici, allegati tecnici ed indice devono essere ricompresi nel conteggio;   se sull’Offerta Economica vada apposta marca da bollo da € 16,00;   di specificare, con riguardo ai legali rappresentanti, procuratori, membri del collegio sindacale e dell’organismo di vigilanza, socio unico, se possa indicarsi il domicilio eletto per la carica anziché la residenza;   la pubblicazione delle planimetrie in formato DWG. 

    Risposta) In riferimento alla richiesta dati del presente chiarimento, si riportano nell’allegata tabella tutti i dati a disposizione di questo Rup.
    Si precisa che tutti gli importi sono da intendersi iva esclusa.
     
    Anno Numero Stalli Totale
    Parcometri
    Totale Ausiliari Gestori servizio nr. preavvisi Incasso parcometri Canone versato al Comune
    2017 785
    dato non disponibile

    dato non disponibile
    Soc. Coop. Capriccio a.r.l.
    dato non disponibile

    137.450,00

    97.250,00
    2018 785
    dato non disponibile

    dato non disponibile
    Soc. Cooperative Athena dato non disponibile dato non disponibile
    104.250,00
    2019 985 11 10 Soc. Coop. Capriccio a.r.l. 420 118.623,00 106.025,00
    2020 1005 23 9 gestione diretta del Comune di Ascea 630
    178.263,00

    ---------------
    Relativamente alle tariffe praticate, ai giorni e agli orari di sosta, si riporta integralmente alle specifiche delibere di Giunta Comunale, relative alle annualità in esame che si allegano alla presente.

    Si conferma che nulla è dovuta per i tributi locali in quanto, come previsto del Disciplinare di gara, l’occupazione degli stalli da parte degli utenti del servizio si configura come occupazione temporanea di suolo ed aree pubbliche, con conseguente esclusione dell’obbligo di custodia da parte della ditta affidataria o dell’Amministrazione Comunale; alla società sarà affidato il mero servizio di gestione del parcheggio, con potere di esazione delle somme dovute dai singoli; le aree rimangono nella piena disponibilità dell’Ente e non sono sottratte all’uso pubblico ritenendosi esclusa l’applicazione dei tributi Tari e Tosap a carico del concessionario (Corte di Cassazione Ordinanza nr. 18102 del 21/07/2018).

    Si conferma, ai sensi dell’art. 1 del C.S.A., che la concessione comprende anche il servizio di accertamento delle violazioni al codice della strada in materia di sosta dei veicoli nelle aree affidate in concessione, ai sensi dell’art. 17 comma 132 Legge 127/1997.
     
    24/05/2021 09:27
  4. 17/05/2021 09:34 - Con riferimento alla gara in oggetto si chiede se, oltre alle tavole A3 come previsto dall’Art.16 del Discipilnare di gara  la relazione tecnica potrà essere accompagnata anche da altri allegati 
     


    La relazione tecnica non potrà essere accompagnata da altri allegati.
    24/05/2021 09:27

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it