Gara - ID 4903

Stato: Proposta di aggiudicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante SAN GREGORIO MAGNO
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoLavori
SAN GREGORIO MAGNO – AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEGLI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO E RENDIMENTO ENERGETICO, RIQUALIFICAZIONE TECNOLOGICA E GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA –AI SENSI DELL'ART.183 COMMA 15 DEL D.LGS. 50/2016 E SS. MM. II. CON DIRITTO DI PRELAZIONE DA PARTE DEL PROMOTORE”.
CIG8923668BC8
CUPI98I21000520005
Totale appalto€ 4.490.000,00
Data pubblicazione 08/10/2021 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 05 Novembre 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 12 Novembre 2021 - 12:00 Apertura delle offerteGiovedi - 18 Novembre 2021 - 15:30
Categorie merceologiche
  • 45 - Lavori di costruzione
DescrizioneVEDI DOCUMENTI DI GARA
Struttura proponente COMUNE DI SAN GREGORIO MAGNO
Responsabile del servizio ANGELO G. TURCO Responsabile del procedimento Turco Angelo Giuseppe
Allegati
Richiesta DGUE XML
File zip atti-di-gara - 2.86 MB
File zip progetto - 270.95 MB
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 320.63 kB
File pdf Atto di costituzionedel Seggio di gara - 320.63 kB
File pdf avviso-prima-seduta-di-gara-per-il-15-12-2021-signed - 2.35 MB
File pdf avviso-seduta-di-gara-per-il-17-01-2022-signed - 2.35 MB

Proposta di aggiudicazione

03846250987

A2A Illuminazione Pubblica S.r.l. - 04-CAPOGRUPPO

01561130764

SELETTRA S.P.A. - 01-MANDANTE

Partecipanti

RAGGRUPPAMENTO

03846250987

A2A Illuminazione Pubblica S.r.l. - 04-CAPOGRUPPO

01561130764

SELETTRA S.P.A. - 01-MANDANTE

Seggio di gara

File pdf Atto di costituzione 327/2021 - 01/12/2021
Nome Ruolo CV
SABELLI RODOLFO PRESIDENTE
MALPEDE CARMINE COMMISSARIO
CAPASSO VINCENZO COMMISSARIO VERBALIZZANTE

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione 327 - 01/12/2021
Nome Ruolo CV
SABELLI RODOLFO PRESIDENTE
MALPEDE CARMINE COMMISSARIO
CAPASSO VINCENZO COMMISSARIO VERBALIZZANTE

Avvisi di gara

12/01/2022Avviso seduta pubblica per il giorno 17/01/2022 per l'apertura della Busta Telematica dell’Offerta Economica
Con riferimento alla procedura di gara in oggetto, si comunica che la SEDUTA DI GARA per l’apertura, in seduta pubblica, della Busta Telematica dell’Offerta Economica, è stata fissata per il giorno 17 gennaio 2022 alle ore 17:00, presso la sala Giunt...
15/12/2021Comunicazione data di apertura della busta Busta B - Offerta Tecnica della procedura Aperta: SAN GREGORIO MAGNO – AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEGLI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO E RENDIMENTO ENERGETICO, RIQUALIFICAZIONE TECNOLOGICA E GESTIONE DEGLI IMPIA
Si comunica che l'apertura della busta Busta B - Offerta Tecnica per la procedura in oggetto avverra in data Mercoledi - 15 Dicembre 2021 - 18:41...
10/12/2021Avviso prima seduta di gara per il giorno 15/12/2021 per l'apertura della Busta Telematica della Documentazione Amministrativa
Con riferimento alla procedura di gara in oggetto, si comunica che la PRIMA SEDUTA DI GARA per l’apertura, in seduta pubblica, della Busta Telematica della Documentazione Amministrativa e ammissione concorrenti, è stata fissata per il giorno 15 dicembr...
15/11/2021Avviso rinvio seduta di gara prevista per il giorno 18/11/2021 per l'apertura della Busta Telematica della Documentazione Amministrativa.
Con riferimento alla procedura di gara in oggetto, si comunica che la seduta di gara prevista per il giorno 18/11/2021 ore 15:30 per l’apertura, in seduta pubblica, della Busta Telematica della Documentazione Amministrativa e ammissione concorrenti è r...
25/10/2021AVVISO DI RETTIFICA ATTESTAZIONE SOA
SI PRECISA E SI RETTIFICA CHE IL REQUISITO DI CAPACITA’ RELATIVO ALL’ATTESTAZIONE SOA (PER LAVORI DI CATEGORIA OG10) RICHIESTO NEGLI ATTI DI GARA NON E’ LA CLASSE V, COME ERRONEAMENTE RIPORTATO, MA LA CLASSE III BIS. PERTANTO, LE PAROLE “CLASSE V...

Chiarimenti

  1. 18/10/2021 14:39 - Buongiorno,

    con la presente e con riferimento alla procedura in oggetto la Scrivente è a chiedere i seguenti cortesi chiarimenti:

    1) Con riferimento a quanto previsto dal disciplinare a pag. 24 ed in particolare al punto N OFFERTA TECNICA – ELEMENTI QUALITATIVI (max punti 70/100), A. PROGETTO TECNICO, a.7. “Possesso della certificazione SA 8000” e con riguardo al D.M. 27 settembre 2017 all’art 4.1.2.2 , si chiede conferma che l’offerente possa dimostrare il possesso di tale requisito anche con l’assunzione di modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. 231/01, secondo quanto previsto dall’articolo de quo dello stesso decreto in tema di responsabilità sociale, che prevede nell’ultima parte dispositiva (che per comodità si riporta) quanto segue:
    “L’offerente può dimostrare la conformità al criterio presentando la documentazione delle etichette che dimostrino il rispetto dei diritti oggetto delle Convenzioni internazionali dell’ILO sopra richiamate, lungo la catena di fornitura, quale la certificazione SA 8000:2014 o equivalente, (quali, ad esempio, la certificazione BSCI, la Social Footprint ), in alternativa, devono dimostrare di aver dato seguito a quanto indicato nella Linea Guida adottata con DM 6 giugno 2012 “Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici”. Tale linea guida prevede la realizzazione di un “dialogo strutturato” lungo la catena di fornitura attraverso l’invio di questionari volti a raccogliere informazioni in merito alle condizioni di lavoro, con particolare riguardo al rispetto dei profili specifici contenuti nelle citate convenzioni, da parte dei fornitori e subfornitori.
    L’efficace attuazione di modelli organizzativi e gestionali adeguati a prevenire condotte irresponsabili contro la personalità individuale e condotte di intermediazione illecita o sfruttamento del lavoro si può dimostrare anche attraverso la delibera, da parte dell’organo di controllo, di adozione dei modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. 231/01, assieme a: presenza della valutazione dei rischi in merito alle condotte di cui all’art. 25quinquies del d.lgs. 231/01 e art. 603 bis del codice penale e legge 199/2016; nomina di un organismo di vigilanza, di cui all’art. 6 del d.lgs. 231/01; conservazione della sua relazione annuale, contenente paragrafi relativi ad audit e controlli in materia di prevenzione dei delitti contro la personalità individuale e intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (o caporalato)."
     
    2) Si chiede conferma che, così come chiarito con il Comunicato del 08/11/2017 dall’ANAC, tutte le dichiarazioni anche poste a base di gara possano essere rilasciate solo dal rappresentante legale/procuratore (e non anche singolarmente dai soggetti singoli) per conto di tutti i soggetti di cui all’art 80 comma 3 del D.Lgs 50/2016 e che possa essere seguita la stessa modalità per tutte le dichiarazione da rilasciarsi a cura del progettista.
      
    3) Si chiede conferma che il riferimento a quanto previsto a pag. 20 del disciplinare che prevede che venga prodotto che “in caso di subappalto anche il PASSOE dell’impresa subappaltatrice” il riferimento al subappaltatore sia da considerarsi un refuso in quanto l’obbligo della indicazione della terna dei subappaltatori è stato sospeso fino al 30 giugno 2023 ai sensi dell’art. 1, comma 18, secondo periodo, della legge n. 55 del 2019, termine differito dall’art. 13, comma 2, lettera c), legge n. 21 del 2021 e dall'art. 49 della legge n. 108 del 2021.
     
    4) Con riferimento, inoltre, a quanto previsto a pag. 12 del disciplinare, paragrafo 2.9 ALTRE DICHIARAZIONI E DOCUMENTAZIONE EVENTUALI, punto c3) che prevede espressamente che “per ciascun operatore economico raggruppato o consorziato o che intende raggrupparsi o consorziarsi: dichiarazioni relative alla situazione personale (possesso dei requisiti di idoneità professionale e dei requisiti di ordine generale e assenza delle cause di esclusione) e al possesso dei requisiti di qualificazione di ordine speciale di cui ai successivi punti da 3.2.1 a 3.2.3, presentate e sottoscritte distintamente da ciascun operatore economico in relazione a quanto di propria pertinenza”, si chiede gentilmente di indicare i riferimenti precisi dei punti 3.2.1 a 3.2.3 che al momento non risultano essere presenti nel  disciplinare.
     

    Ringraziando , si porgono i più
    Cordiali Saluti


    RISPOSTA AI QUESITI POSTI
    Quesito n. 1
    Con riferimento a quanto previsto dal disciplinare a pag. 24 ed in particolare al punto N OFFERTA TECNICA – ELEMENTI QUALITATIVI (max punti 70/100), A. PROGETTO TECNICO, a.7. “Possesso della certificazione SA 8000” e con riguardo al D.M. 27 settembre 2017 all’art 4.1.2.2 , si chiede conferma che l’offerente possa dimostrare il possesso di tale requisito anche con l’assunzione di modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. 231/01, secondo quanto previsto dall’articolo de quo dello stesso decreto in tema di responsabilità sociale, che prevede nell’ultima parte dispositiva (che per comodità si riporta) quanto segue:
    L’offerente può dimostrare la conformità al criterio presentando la documentazione delle etichette che dimostrino il rispetto dei diritti oggetto delle Convenzioni internazionali dell’ILO sopra richiamate, lungo la catena di fornitura, quale la certificazione SA 8000:2014 o equivalente, (quali, ad esempio, la certificazione BSCI, la Social Footprint ), in alternativa, devono dimostrare di aver dato seguito a quanto indicato nella Linea Guida adottata con DM 6 giugno 2012 “Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici”. Tale linea guida prevede la realizzazione di un “dialogo strutturato” lungo la catena di fornitura attraverso l’invio di questionari volti a raccogliere informazioni in merito alle condizioni di lavoro, con particolare riguardo al rispetto dei profili specifici contenuti nelle citate convenzioni, da parte dei fornitori e subfornitori.
    L’efficace attuazione di modelli organizzativi e gestionali adeguati a prevenire condotte irresponsabili contro la personalità individuale e condotte di intermediazione illecita o sfruttamento del lavoro si può dimostrare anche attraverso la delibera, da parte dell’organo di controllo, di adozione dei modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. 231/01, assieme a: presenza della valutazione dei rischi in merito alle condotte di cui all’art. 25quinquies del d.lgs. 231/01 e art. 603 bis del codice penale e legge 199/2016; nomina di un organismo di vigilanza, di cui all’art. 6 del d.lgs. 231/01; conservazione della sua relazione annuale, contenente paragrafi relativi ad audit e controlli in materia di prevenzione dei delitti contro la personalità individuale e intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (o caporalato)."

    RISPOSTA 
    Si conferma che è possibile dimostrare tale requisito con l’assunzione di modelli organizzativi e gestionali ai sensi D.Lgs 231/2001. In caso di raggruppamento tale requisito dovrà essere posseduto almeno dalla mandataria.

    Quesito n. 2
    Si chiede conferma che, così come chiarito con il Comunicato del 08/11/2017 dall’ANACtutte le dichiarazioni anche poste a base di gara possano essere rilasciate solo dal rappresentante legale/procuratore (e non anche singolarmente dai soggetti singoli) per conto di tutti i soggetti di cui all’art 80 comma 3 del D.Lgs 50/2016 e che possa essere seguita la stessa modalità per tutte le dichiarazioni da rilasciarsi a cura del progettista.

    RISPOSTA 
    Si conferma che è possibile presentare la dichiarazione unica cumulativa a firma del Legale rappresentante dell’azienda.

     Quesito n. 3
    Si chiede conferma che il riferimento a quanto previsto a pag. 20 del disciplinare che prevede che venga prodotto che “in caso di subappalto anche il PASSOE dell’impresa subappaltatrice” il riferimento al subappaltatore sia da considerarsi un refuso in quanto l’obbligo della indicazione della terna dei subappaltatori è stato sospeso fino al 30 giugno 2023 ai sensi dell’art. 1, comma 18, secondo periodo, della legge n. 55 del 2019, termine differito dall’art. 13, comma 2, lettera c), legge n. 21 del 2021 e dall'art. 49 della legge n. 108 del 2021.

    RISPOSTA 
    Si conferma tale concetto, pertanto il PASSOE in capo al subappaltatore non è richiesto.
    Resta confermato solo il PASSOE in capo all’ausiliaria in caso di Avvalimento.

     Quesito n. 4
    Con riferimento, inoltre, a quanto previsto a pag. 12 del disciplinare, paragrafo 2.9 ALTRE DICHIARAZIONI E DOCUMENTAZIONE EVENTUALI, punto c3) che prevede espressamente che “per ciascun operatore economico raggruppato o consorziato o che intende raggrupparsi o consorziarsi: dichiarazioni relative alla situazione personale (possesso dei requisiti di idoneità professionale e dei requisiti di ordine generale e assenza delle cause di esclusione) e al possesso dei requisiti di qualificazione di ordine speciale di cui ai successivi punti da 3.2.1 a 3.2.3, presentate e sottoscritte distintamente da ciascun operatore economico in relazione a quanto di propria pertinenza”, si chiede gentilmente di indicare i riferimenti precisi dei punti 3.2.1 a 3.2.3 che al momento non risultano essere presenti nel  disciplinare.

    RISPOSTA 
    Si precisa che i punti da 3.2.1 a 3.2.3 in effetti trattasi di un refuso, e pertanto i punti esatti riguardano i punti precedenti da 2.4.1 a 2.4.3 del disciplinare, tant’è che tali punti riguardano effettivamente il possesso dei requisiti di idoneità professionale, i requisiti di ordine generale e assenza delle cause di esclusione e il possesso dei requisiti di qualificazione di ordine speciale.
     
    22/10/2021 18:02
  2. 18/10/2021 14:37 - Buongiorno,

    con la presente e con riferimento alla procedura in oggetto la Scrivente è a chiedere i seguenti cortesi chiarimenti:

    1) Con riferimento a quanto previsto dal disciplinare a pag. 24 ed in particolare al punto N OFFERTA TECNICA – ELEMENTI QUALITATIVI (max punti 70/100), A. PROGETTO TECNICO, a.7. “Possesso della certificazione SA 8000” e con riguardo al D.M. 27 settembre 2017 all’art 4.1.2.2 , si chiede conferma che l’offerente possa dimostrare il possesso di tale requisito anche con l’assunzione di modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. 231/01, secondo quanto previsto dall’articolo de quo dello stesso decreto in tema di responsabilità sociale, che prevede nell’ultima parte dispositiva (che per comodità si riporta) quanto segue:
    “L’offerente può dimostrare la conformità al criterio presentando la documentazione delle etichette che dimostrino il rispetto dei diritti oggetto delle Convenzioni internazionali dell’ILO sopra richiamate, lungo la catena di fornitura, quale la certificazione SA 8000:2014 o equivalente, (quali, ad esempio, la certificazione BSCI, la Social Footprint ), in alternativa, devono dimostrare di aver dato seguito a quanto indicato nella Linea Guida adottata con DM 6 giugno 2012 “Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici”. Tale linea guida prevede la realizzazione di un “dialogo strutturato” lungo la catena di fornitura attraverso l’invio di questionari volti a raccogliere informazioni in merito alle condizioni di lavoro, con particolare riguardo al rispetto dei profili specifici contenuti nelle citate convenzioni, da parte dei fornitori e subfornitori.
    L’efficace attuazione di modelli organizzativi e gestionali adeguati a prevenire condotte irresponsabili contro la personalità individuale e condotte di intermediazione illecita o sfruttamento del lavoro si può dimostrare anche attraverso la delibera, da parte dell’organo di controllo, di adozione dei modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. 231/01, assieme a: presenza della valutazione dei rischi in merito alle condotte di cui all’art. 25quinquies del d.lgs. 231/01 e art. 603 bis del codice penale e legge 199/2016; nomina di un organismo di vigilanza, di cui all’art. 6 del d.lgs. 231/01; conservazione della sua relazione annuale, contenente paragrafi relativi ad audit e controlli in materia di prevenzione dei delitti contro la personalità individuale e intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (o caporalato)."
     
    2) Si chiede conferma che, così come chiarito con il Comunicato del 08/11/2017 dall’ANAC, tutte le dichiarazioni anche poste a base di gara possano essere rilasciate solo dal rappresentante legale/procuratore (e non anche singolarmente dai soggetti singoli) per conto di tutti i soggetti di cui all’art 80 comma 3 del D.Lgs 50/2016 e che possa essere seguita la stessa modalità per tutte le dichiarazione da rilasciarsi a cura del progettista.
      
    3) Si chiede conferma che il riferimento a quanto previsto a pag. 20 del disciplinare che prevede che venga prodotto che “in caso di subappalto anche il PASSOE dell’impresa subappaltatrice” il riferimento al subappaltatore sia da considerarsi un refuso in quanto l’obbligo della indicazione della terna dei subappaltatori è stato sospeso fino al 30 giugno 2023 ai sensi dell’art. 1, comma 18, secondo periodo, della legge n. 55 del 2019, termine differito dall’art. 13, comma 2, lettera c), legge n. 21 del 2021 e dall'art. 49 della legge n. 108 del 2021.
     
    4) Con riferimento, inoltre, a quanto previsto a pag. 12 del disciplinare, paragrafo 2.9 ALTRE DICHIARAZIONI E DOCUMENTAZIONE EVENTUALI, punto c3) che prevede espressamente che “per ciascun operatore economico raggruppato o consorziato o che intende raggrupparsi o consorziarsi: dichiarazioni relative alla situazione personale (possesso dei requisiti di idoneità professionale e dei requisiti di ordine generale e assenza delle cause di esclusione) e al possesso dei requisiti di qualificazione di ordine speciale di cui ai successivi punti da 3.2.1 a 3.2.3, presentate e sottoscritte distintamente da ciascun operatore economico in relazione a quanto di propria pertinenza”, si chiede gentilmente di indicare i riferimenti precisi dei punti 3.2.1 a 3.2.3 che al momento non risultano essere presenti nel  disciplinare.
     

    Ringraziando , si porgono i più
    Cordiali Saluti
     


    Quesito n. 1
    RISPOSTA 

    Si conferma che è possibile dimostrare tale requisito con l’assunzione di modelli organizzativi e gestionali ai sensi D.Lgs 231/2001. In caso di raggruppamento tale requisito dovrà essere posseduto almeno dalla mandataria.

    Quesito n. 2
    RISPOSTA 
    Si conferma che è possibile presentare la dichiarazione unica cumulativa a firma del Legale rappresentante dell’azienda.

    Quesito n. 3
    RISPOSTA 

    Si conferma tale concetto, pertanto il PASSOE in capo al subappaltatore non è richiesto.
    Resta confermato solo il PASSOE in capo all’ausiliaria in caso di Avvalimento.

     Quesito n. 4
    RISPOSTA 

    Si precisa che i punti da 3.2.1 a 3.2.3 in effetti trattasi di un refuso, e pertanto i punti esatti riguardano i punti precedenti da 2.4.1 a 2.4.3 del disciplinare, tant’è che tali punti riguardano effettivamente il possesso dei requisiti di idoneità professionale, i requisiti di ordine generale e assenza delle cause di esclusione e il possesso dei requisiti di qualificazione di ordine speciale.

     
    22/10/2021 18:03

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it