Gara - ID 5810

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante LAGONEGRO
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta per l’affidamento in Concessione aree da destinare a parcheggi a pagamento, senza custodia, nel Comune di Lagonegro – CIG: 9026294D6F
CIG9026294D6F
CUP
Totale appalto€ 750.000,00
Data pubblicazione 17/12/2021 Termine richieste chiarimenti Lunedi - 03 Gennaio 2022 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 17 Gennaio 2022 - 12:00
Categorie merceologiche
  • 98 - Altri servizi di comunità, sociali e personali
DescrizioneProcedura aperta per l’affidamento in Concessione aree da destinare a parcheggi a pagamento, senza custodia, nel Comune di Lagonegro – CIG: 9026294D6F
Struttura proponente COMUNE DI LAGONEGRO
Responsabile del servizio Domenico Martino Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf disciplinare- - 744.84 kB
File pdf bozza-capitolato-speciale-parcheggi - 278.47 kB
File pdf QUESITI 1 - 374.96 kB
File pdf QUESITI 2 - 662.78 kB
File pdf QUESITI 3 - 286.04 kB

Chiarimenti

  1. 20/12/2021 14:46 - In particolare, siamo a chiedere che Codesta Spett.le Amministrazione voglia:
    1. Comunicare quale sia stato l'importo dei ricavi incassati dai parcometri, al netto dell’IVA, negli anni 2018 – 2019 - 2020, specificando se al lordo o al netto dell’IVA, oltre all'indicazione delle relative tariffe, fasce orarie e numero di stalli di sosta oggetto dei servizi;
    2. Confermare che non sarà addebitato al concessionario il pagamento di tributi locali quali TOSAP, TARSU, TARES, TASI, TARI e/o altri, presenti e futuri o in via subordinata, qualora si preveda l'applicazione di tributi, confermare che il canone annuo che dovrà essere corrisposto all'Ente appaltante è omnicomprensivo di qualsiasi onere e/o tributo locale.
    3. Chiarire se il concessionario debba corrispondere somme per il servizio reso dalla piattaforma ASMECOMM;
    4. Comunicare il numero, l’impiego orario settimanale, il numero degli scatti di anzianità, il costo aziendale ed il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro applicato per ciascuno degli attuali dipendenti della concessione, interessati dalla clausola sociale;
    5. Chiarire se il concessionario dei servizi di sosta a pagamento potrà adottare liberamente l’orario di lavoro settimanale che riterrà più opportuno, nell’ambito della propria autonomina imprenditoriale;
    6. Confermare che il settore economico, di cui all’artt. 50, D.Lgs. n. 50/2016 (Codice degli Appalti), da prendere a riferimento per determinare la maggiore rappresentatività comparativa dei CCNL di cui all’art 51, D.Lgs. n. 81/2015, sarebbe a dire il CCNL leader di riferimento, è quello previsto dall’accordo integrativo sottoscritto, in data 15 gennaio 2001, dall’Associazione Italiana tra gli Operatori della Sosta e dei Parcheggi (AIPARK) con le principali sigle sindacali nazionali (FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTUCS), allegato alla presente, che definisce l’inquadramento professionale ed i livelli retributivi del personale impiegato con la peculiare qualifica di Ausiliare della Sosta.
    Tale indicazione ha da allora contribuito a determinare il paradigma retributivo di legge indipendentemente dal contratto collettivo nazionale di lavoro in concreto applicato.
    Il citato accordo, aggiuntivo al CCNL terziario, estende espressamente l’applicazione di quest’ultimo “ai dipendenti delle aziende che svolgono in prevalenza attività di gestori e/o concessionari di impianti e/o strutture destinate al parcheggio e/o alla sosta”.
    Inoltre, l’art. 1 dell’accordo AIPARK, rubricato “classificazione del personale” prevede espressamente che gli addetti ad attività prevalente di Ausiliario della Sosta siano inquadrati nel 4° livello del CCNL terziario.
    Peraltro, tale precisazione rileva anche ai fini della definizione delle obbligazioni a carico del concessionario, cui l’Amministrazione concedente potrebbe essere chiamata a rispondere in solido nei confronti dei lavoratori impiegati nell’appalto.
    1. Chiarire quale sia il software gestionale attualmente utilizzato dal Comando di Polizia Municipale per la gestione dei verbali e delle sanzioni amministrative ai sensi del Codice della Strada;
    2. Chiarire se l’aggiudicatario dovrà effettuare la stampa e notifica dei verbali e delle sanzioni amministrative ai sensi del Codice della Strada elevate dal personale con qualifica di Ausiliare del Traffico e dagli agenti della Polizia Municipale;
    3. Chiarire se i compensi previsti per il trattamento dei verbali e delle sanzioni amministrative ai sensi del Codice della Strada (pari ad € 5,00 ed € 10,00 a seconda del momento del pagamento) siano al lordo, oppure al netto dell’IVA;
    4. Chiarire se gli introiti dei servizi gestiti verranno registrati quale corrispettivo dal concessionario, con conseguente obbligo di scorporo e versamento dell’IVA sull’intero ammontare e calcolo della percentuale di competenza dell’Amministrazione Comunale sui ricavi al netto dell’IVA;
    5. Chiarire quali interventi siano necessari per ottenere l’emissione del Certificato Prevenzione Incendi presso il Parcheggio Pluripiano e mettere a disposizione la relativa documentazione progettuale.


    nella sezione allegati le risposte – QUESITI 1
    12/01/2022 10:27
  2. 21/12/2021 18:08 - In riferimento al bando di gara relativo al servizio in oggetto, con la presente si chiede gentilmente:
    1. di indicare gli incassi derivanti dalla gestione del servizio oggetto del bando degli anni 2021 2020 2019 2018, specificando se al netto o lordo di IVA. Si chiede la divisione degli incassi per mese, per tipologia (sosta breve, abbonamenti, APP) e per area;
    2. di indicare per gli esercizi 2018 2019 2020 e 2021 il numero degli eventuali abbonamenti suddivisi per tipologia;
    3. di specificare l'importo del canone versato dal gestore per il servizio oggetto del bando negli anni 2021 - 2020 -2019 - 2018, specificando se al netto o lordo di IVA;
    4. di indicare a quali e quanti posti auto sono riferiti i suddetti incassi e canone derivanti dal servizio in oggetto negli anni 2021 - 2020 - 2019 2018, e quali tariffe venivano applicate in questi esercizi;
    5. di fornire la denominazione della ditta che ha gestito il servizio in oggetto negli ultimi quattro anni (2021 - 2020 - 2019 2018);
    6. conferma che per le aree oggetto della concessione non sia dovuto alcun tributo locale, come ad esempio TARSU/TIA/TOSAP/TARES/TARI/TASI e/o altri tributi locali, presenti e futuri, oppure indicare limporto dei tributi locali che dovessero intendersi applicabili, ed in caso affermativo di quantificarne l'importo relativo ad ogni singola area;
    7. conferma che gli attuali parcometri installati nelle aree di sosta non siano da sostituire;
    8. la pubblicazione delle planimetrie, possibilmente in formato DWG.
    9. di pubblicare l'elenco del personale attualmente impiegato che contiene il numero degli addetti con indicazione della qualifica, livelli anzianità, ecc.
    10. In merito all'Offerta economica, siamo a chiedere di chiarire se per rialzo percentuale sull'aggio minimo posto a base di gara da indicare nell'offerta si intende: a) il valore percentuale in termini assoluti di rialzo rispetto all'aggio minimo (15%) e, pertanto, a titolo di esempio, qualora si intenda offrire come aggio a favore del Comune il 88% il rialzo percentuale da indicare è 8% nell'offerta (che sommato a 80% da 88% totale); o b) l'incremento percentuale applicato all’aggio minimo (15%) e, pertanto, a titolo di esempio, qualora si intenda offrire come aggio a favore del Comune il 88% il rialzo percentuale da indicare è 10% nell'offerta (che moltiplicato per 80% da appunto 8% e sommato a 80% da 88% totale).
    Rimanendo in attesa di gentile riscontro e ringraziando per la disponibilità, porgiamo

    Distinti saluti
     


    Nella sezioen allegati le risposte – QUESITI 2
    12/01/2022 10:28
  3. 29/12/2021 16:58 - Premesso che la gara in oggetto è una Concessione aree da destinare a parcheggi a pagamento senza custodia,e che nel disciplinare di gara vi è inserita la ristrutturazione di un immobile (pluripiano) che giuridicamente si inserisce nella sfera dei lavori pubblici;
    che l’art 9 del bando disciplinare di gara sancisce l’obbligo del concorrente di indicare gli eventuali subappaltatori ;
    che nella griglia di attribuzione punteggi (art 18.1)vengono attribuiti ben 28 punti su i 70 disponibili per la prese in carico, ristrutturazione, adeguamento alle norme di sicurezza del parcheggio pluripiano.
    Considerato che nella documentazione di gara non vengono indicati dettagliatamente gli interventi da eseguire ne tanto meno i costi di intervento di cui la stazione appaltante, essendo proprietaria dell’immobile, dovrebbe essere a conoscenza.
    Visto che la giurisprudenza e l Anac hanno più volte ribadito che le stazioni appaltanti, al fine di permettere ai concorrenti di formulare un’offerta equa e ponderata,devono pubblicare dati certi. 
    Si chiede,quali sono gli interventi strutturali e le  autorizzazioni mancanti all’apertura del suddetto pluripiano.Si chiede, altresì, di conoscere se gli uffici comunali preposti sono in possesso di un preventivo di massima per la realizzazione degli interventi, e del conteggio annuale della TARSU.


    NELLA SEZIONE ALLEGATI – QUESITI 3
    12/01/2022 10:30

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it