DETTAGLI GARA - ID 36

Stato: Pubblicazione


Pannello di partecipazione

Registrati o Accedi per partecipare

Ente beneficiarioROCCADASPIDE
OggettoCONCORSO DI PROGETTAZIONE IN DUE GRADI FINALIZZATO ALLA REDAZIONE DEL PROGETTO DI FATTIBILITÀ TECNICO ECONOMICA, DELL'INTERVENTO RIGENERAZIONE URBANA DEL CENTRO STORICO DI ROCCADASPIDE - ai sensi dell’articolo 6-quater, comma 10, del decreto legge 20 giugno 2017, n. 91, convertito in legge 3 agosto 2017 n. 123, inserito dall’articolo 12, del decreto legge 10 settembre 2021 n. 121, convertito in legge 9 novembre 2021 n. 156. CUP H46G22000140006 -CIG 9338837C14
CIG9338837C14
CUPH46G22000140006
Premio€ 22.000,00 Data pubblicazione08/08/2022
Categorie
  • 71 - Servizi architettonici, di costruzione, ingegneria e ispezione
Breve descrizioneIl presente concorso ha ad oggetto l’acquisizione, dopo l’esperimento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione dell’opera descritta in premessa, a basso impatto ambientale, ai sensi del Decreto Ministeriale 11 ottobre 2017.
Di seguito si riporta il link dove è possibile consultare i CAM adottati dal Ministero della Transizione ecologica: https://www.mite.gov.it/pagina/i-criteri-ambientali-minimi
La finalità del concorso è quella di selezionare tra i progetti presentati la migliore proposta progettuale che consenta di conseguire gli obiettivi di
- crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, che assicuri lo sviluppo armonico del territorio, anche dal punto di vista infrastrutturale,
- lo sviluppo turistico del territorio.
in coerenza con gli obiettivi fissati dall’articolo 12, comma 6, del decreto legge n. 121/21
Le proposte devono, altresì privilegiare la vocazione del territorio, individuare soluzioni compatibili con gli strumenti urbanistici regolatori generali o devono comunque essere agevolmente e celermente realizzabili, anche con modeste varianti, e comportare soluzioni a basso impatto ambientale, di recupero e valorizzazione del patrimonio esistente, in ogni  caso  limitando il consumo di suolo.

In particolar modo, dovranno essere trovate soluzioni a basso impatto ambientale agli obiettivi di seguito riportati:
  1. Individuare una strategia di rigenerazione del centro storico, in particolare dell’area circostante il castello medievale, tale da informare una programmazione di lavori pubblici relazionata con politiche turistiche, sociali, economiche e culturali, con soluzioni compatibili con gli strumenti urbanistici pur con modeste varianti.
  2. Ridisegnare le aree del parco pubblico e delle aree circostanti e valorizzando la relazione con gli itinerari verso il centro storico, rinnovando anche gli elementi di arredo, di pavimentazione, di illuminotecnica e di eventuali sottoservizi, ove necessario.
  3. Creazione di una maggiore correlazione ed interconnessione funzionale tra il centro storico e le aree che rappresentano i poli principali della vita quotidiana rocchese (parco pubblico cittadino, Piazza XX Settembre, Via G. Giuliani) individuando gli spazi per parcheggi a servizio del centro storico e la possibilità di realizzare una viabilità di penetrazione all’interno del centro storico stesso consentendo l’accesso, rapidamente e senza fatica specialmente per le persone con problemi di mobilità, sia per i turisti che per i rocchesi (In questo modo, si potrebbe potenziare un itinerario turistico intorno al Castello e far conoscere le bellezze del centro storico favorendo il turismo ed il commercio locale).
  4. Valorizzazione del collegamento del centro storico verso l’anello viario di via G. Giuliani, S.S. 488, compresi i collegamenti trasversali di via Rocchisana, Largo Scorzelli, razionalizzando gli spazi per la viabilità e parcheggi, in modo da creare le condizioni di vivibilità del centro storico e, ove necessario, rinnovando anche gli elementi di arredo, di pavimentazione, di illuminotecnica e di eventuali sottoservizi.
INDICAZIONI ULTERIORI
  1. il processo di rigenerazione dovrà avvenire tramite interventi di recupero a livello di infrastrutture e servizi, senza consumo di territorio, ovvero a tutela della sostenibilità ambientale;
  2. possibilità di prevedere alcune demolizioni e ricostruzioni per esigenze di viabilità in particolare di edifici fatiscenti anche di natura privata.
Struttura proponenteUFFICIO TECNICO SETTORE LLPP
Responsabile del servizioING. TOMMASO MARIA GIULIANIResponsabile del procedimentoGIULIANI TOMMASO MARIA
Allegati
File pdf 0.1.4-disciplinare-roccadaspide-albo - 1.33 MB
File pdf 0.1.6-allegato-a - 833.55 kB
File pdf 0.1.3-bando-roccadaspide-albo - 939.57 kB
File pdf 0.1.5-calcolo-parcella - 2.11 MB
File pdf 0.1.7-allegato-b - 1.10 MB
File pdf 0.1.8-allegato-c - 831.28 kB
File pdf 0.1.9-linee-guida-mms - 2.71 MB
File pdf 0.1.10-linee-guida-pfte - 684.64 kB
File pdf 1-relazione-rup-completa - 3.04 MB
File pdf 2-grafici - 3.18 MB
File pdf 3-doc.-fotografica-finale - 3.91 MB

1° GRADO


Termine richieste chiarimenti Mercoledi - 19 Ottobre 2022 - 12:00 Data scadenza Mercoledi - 26 Ottobre 2022 - 12:00 Apertura offerte Giovedi - 03 Novembre 2022 - 10:00

1° GRADO 
La proposta relativa alla partecipazione al primo grado del Concorso, deve essere composta dai seguenti elaborati:
  1. Relazione illustrativa e tecnica - massimo 4 facciate in formato ISO A4 - con orientamento verticale - carattere Arial, dimensione 11. La relazione dovrà illustrare le scelte progettuali in relazione agli obiettivi previsti nel Disciplinare e nel D.I.P. e alle caratteristiche dell’opera da realizzare. Dovrà metterà in evidenza i concetti espressi graficamente, con particolare riferimento ai criteri di valutazione indicati nel presente disciplinare e dovrà contenere l’esposizione della fattibilità tecnica dell’intero intervento, dimostrandone la coerenza con il documento di indirizzo alla progettazione e con la stima del costo complessivo per l’esecuzione delle opere.
Non sono ammessi schemi grafici ed immagini.
  1. Tavole grafiche – massimo 4 elaborati formato A3 – tecnica rappresentativa libera in bianco e nero e/o colori – stampa su una sola facciata, contenente la rappresentazione grafica dell'idea progettuale che si intenderà sviluppare nel 2° grado, mediante schemi planimetrici, rappresentazioni tridimensionali e foto inserimenti.
Non sono ammessi elaborati ulteriori o diversi da quelli indicati dal presente disciplinare e previsti dalla piattaforma. Elaborati difformi dalle sopra citate specifiche o che contengano elementi riconoscitivi che potrebbero ricondurre alla paternità della proposta d’idee, comporteranno l'esclusione dal Concorso.
 

2° GRADO


2° GRADO
La proposta progettuale deve possedere un livello progettuale almeno pari a quello del Progetto di Fattibilità Tecnico Economica ed essere effettuata secondo:
• le “Linee guida per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica da porre a base dell’affidamento di contratti pubblici di lavori del PNRR e del PNC”, adottate dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e dal Consiglio superiore dei lavori pubblici nel luglio del 2021 ed accessibili al seguente link: https://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2021-08/Linee%20Guida%20PFTE.pdf.
• le Linee Guida PFTE approvate con Decreto del Ministro per il SUD e la Coesione Territoriale di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili del 29.12.2021.

La proposta progettuale relativa alla partecipazione al secondo grado del Concorso deve essere composta dai seguenti elaborati:
1) Relazione tecnico illustrativa che descrive il progetto con indicazioni per la prosecuzione dell’iter progettuale, che potrà contenere immagini e schemi grafici;
2) Elaborati grafici;
3) Calcolo sommario della spesa, formulato utilizzando i prezziari della Regione Campania, quadro economico di progetto;
Nello sviluppo della proposta progettuale i concorrenti devono tener conto delle eventuali indicazioni formulate dalla Commissione Giudicatrice al termine del primo grado del Concorso. Elaborati difformi dalle sopra cit   ate specifiche o che contengano elementi riconoscitivi che potrebbero ricondurre alla paternità della proposta d’idee, comporteranno l'esclusione dal Concorso. I file devono essere, a pena di esclusione, anonimi sia nel contenuto sia nelle proprietà, come da specifiche presenti nel presente disciplinare.
I files del progetto non dovranno contenere riferimenti all’autore e dovranno riportare la dicitura “RIGENERAZIONE URBANA DEL CENTRO STORICO DI ROCCADASPIDE – Concorso di Progettazione in 2 gradi” ed il codice alfa numerico, ovvero la chiave del candidato
Non sono ammessi elaborati ulteriori o diversi da quelli indicati dal presente disciplinare e previsti dalla piattaforma.
Il vincitore del concorso, entro i successivi sessanta giorni dalla proclamazione, perfeziona la proposta presentata, dotandola di tutti gli elaborati previsti per il PROGETTO DI FATTIBILITÀ TECNICA ED ECONOMICA
 

Pannello di partecipazione

Registrati o Accedi per partecipare

Registrati o Accedi per chiedere chiarimenti

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it