Scaduto

Gara #32017

GARA EUROPEA A PROCEDURA TELEMATICA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI, DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI DEL COMUNE DI VIBONATI (SA).
Accedi o registrati per interagire con la piattaforma
Accedi Registrati

Informazioni appalto

14/06/2024
Aperta
Servizi
€ 2.027.554,94
CERES ANGELO
VIBONATI

Categorie merceologiche

90511 - Servizi di raccolta di rifiuti

Lotti

1
B2149FD2DA
D99I24000310004
Qualità prezzo
GARA EUROPEA A PROCEDURA TELEMATICA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI, DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI DEL COMUNE DI VIBONATI (SA).
SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI, DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI DEL COMUNE DI VIBONATI (SA).
€ 852.544,69
€ 1.148.990,30
€ 26.019,95

Scadenze

11/07/2024 12:00
08/07/2024 18:00
17/07/2024 12:00
17/07/2024 12:01

Allegati

allegato-a-istanza-di-partecipazione-e-dichiarazioni-integrative.docx
SHA-256: 6f3a91df4745c74387b99b1130f164c81dbcf9a35ec90065e1437759810564fb
14/06/2024 09:10
98.78 kB
allegato-b-dichiarazione-di-traccibilit-dei-flussi-finanziari.doc
SHA-256: 5d2e7cda32fb9d7eb6936b4354a87f0ba706f60c8c89cfd2f1e3b2e3b360ce3f
14/06/2024 09:10
112.50 kB
allegato-c-dichiarazione-accettazione-risoluzione-contratto-per-autorit-dambito.doc
SHA-256: e4605edb963e96d2091c949b5089dd09a9238c6af335030bdb940ca9dfb392a4
14/06/2024 09:10
111.00 kB
patto-di-integrit.pdf
SHA-256: d3a70634f5a0e445402a831f9bb059ee80fccbc9445292232573b80fc5c71c94
14/06/2024 09:11
318.98 kB
progetto.zip
SHA-256: ecbd8ea3594b25c864b47556f3c95581739bda42b6fcda039e6681ebb8d9bb26
14/06/2024 09:11
3.18 MB
norme-tecniche.pdf
SHA-256: 49b890d9e8e143a02952d3e82a26455f3fea3ffee899418248923bac18a6dd9f
14/06/2024 09:11
10.28 MB
bando-di-gara.pdf.signed-signed.pdf
SHA-256: 92920b40dd71b447ed9e3ade5bb948bbe16dbca41436bcd5a3b123eade33120c
14/06/2024 09:46
406.72 kB
disciplinare-di-gara.pdf.signed-signed.pdf
SHA-256: 18eac37cf85480a97b2893bebe54691efedd8310f0e3d69a397303b084b2289c
14/06/2024 09:46
809.03 kB
all.-2-schede-mezzi.pdf
SHA-256: 24b694aad671cd9746d8a390dd3ecdcee0a2f8203d68865d6c96fef533bf81dc
13/07/2024 09:54
0.96 MB
all.-3-d.u.v.r.i.pdf
SHA-256: cf700a18bb8fc62f446a2b5e153885e30470dd424706efb0a1516250d7d27cea
13/07/2024 09:54
1.04 MB

Chiarimenti

19/06/2024 23:14
Quesito #1
Con riferimento ai costi della manodopera che la Stazione Appaltante ha valutato per la corretta esecuzione del servizio in € 328.996,77 annui (si veda Tabella 34 a pagina 58 della relazione tecnica), è stato previsto per ciascun servizio in appalto, un monte ore annuo relativo a ciascun addetto calcolato sul numero di ore annue effettivamente lavorate pari a 1.612, al netto delle ore disponibili alla produzione. La stima del costo della manodopera da parte della Stazione Appaltante è finalizzata a individuare una componente fondamentale dell'importo a base di gara, al fine di tutelare il costo della manodopera e consentire all'operatore economico di formulare un'offerta valida e sostenibile, calcolato con il "monte ore teorico", che comprende anche le ore medie annue non lavorate (per ferie, malattia, etc). La S.A. ha invece utilizzato nel calcolo del personale, il "monte ore reale", il quale, non considera il costo delle sostituzioni, che l'operatore economico ha l'obbligo di fronteggiare al fine di garantire la corretta esecuzione del servizio. Tale obbligo viene previsto anche nel Capitolato Speciale d'Appalto, nella tabella delle penalità in caso di disservizi, tra le cui voci si trova "svolgimento del servizio con personale e mezzi in numero inferiore". Per i motivi sopra esposti, SI CHIEDE: - di rettificare il costo della manodopera stimato dalla Stazione Appaltante, quantificandolo secondo il costo "teorico" e non "reale", comprensivo pertanto, anche dei costi delle sostituzioni.
24/06/2024 16:42
Risposta
Con riferimento al quesito posto, in ordine al costo della manodopera, confermando quanto previsto nel progetto, si precisa quanto segue. Il calcolo del numero di operatori necessari allo svolgimento del servizio viene effettuato sommando tutte le ore necessarie e dividendo per le ore annue mediamente lavorate (1612), come riportato dal CCNL Igiene Ambientale. Tale riferimento è omnicomprensivo come espressamente riportato nel contratto citato. Si ritiene pertanto di confermare il costo della manodopera previsto all’interno del progetto, pari a € 382.996,77.
27/06/2024 11:29
Quesito #2
Nel Disciplinare di Gara a pag. 12, al punto 6.1 “Requisiti di idoneità professionale” lettera b) viene richiesta l’Iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali nella Categoria 4 classe F o superiore e nella Categoria 5 classe E o superiore. La normativa vigente stabilisce che per gli appalti riguardanti la raccolta ed il trasporto dei rifiuti urbani è sufficiente il requisito dell’iscrizione al suddetto Albo nella Categoria 1 con classe F o superiore e ciò in quanto un Ente non puo’ essere produttore di rifiuti pericolosi o speciali non pericolosi ai sensi del D. Lgs 116/2020 il quale stabilisce che qualunque rifiuto rinvenuto su suolo pubblico viene qualificato come urbano. Alla luce di quanto sopra è evidente l’abnormità della richiesta di requisiti di idoneità professionale che non hanno alcuna attinenza con l’oggetto della gara ed è altresì, ancora più abnorme la richiesta per la categoria 5 della classe E superiore alla F residuale, che considerando i quantitativi medi annuali risibili, prodotti dall’Ente con tali caratteristiche, non trova alcuna giustificazione. Una tale impostazione limita il principio della massima partecipazione e non garantisce un bilanciamento tra i vari interessi pubblici come quelli di economia ed efficienza esecutiva del contratto che ad ogni modo gli Enti devono perseguire. Per quanto sopra, vogliate in autotutela provvedere all’adeguamento dei requisiti di partecipazione al fine di poter garantire la massima partecipazione alla gara in funzione degli interessi pubblici da tutelare.
01/07/2024 11:48
Risposta
Trattasi di refuso. Si richiede esclusivamente l’iscrizione alla Categoria 1 – Classe F o classe superiore.
risposta-quesito-2.docx
SHA-256: 3bed336d36609b001be52b71edce0ce0835eeeb9c0b756e0e329c4393615e526
01/07/2024 11:48
14.10 kB
28/06/2024 17:39
Quesito #3
Nel Capitolato Speciale d’Appalto a pag. 1 all’art. 1 “Affidamento dei servizi” è indicato che “il Comune di Vibonati intende affidare la gestione dei servizi di raccolta differenziata integrata dei rifiuti urbani e assimilati con il sistema di raccolta differenziata… omissis”. Giova ricordare che la qualificazione di rifiuto assimilato è stata superata dall’entrata in vigore del D. Lgs 116/2020 con il quale è stata introdotta la nuova definizione di rifiuti urbani venendo soppressa la categoria dei rifiuti assimilati agli urbani: • non ci sono più rifiuti non pericolosi provenienti da locali e luoghi adibiti ad usi diversi da quelli di civile abitazione che, in ragione della loro qualità e quantità (e sulla base di criteri statali), con i regolamenti comunali del servizio pubblico possono essere assimilati agli urbani, divenendo tali ad ogni effetto (art. 184, comma 2, lett. b)), • viene soppressa la lett. e) dell’art, 195, comma 2, che attribuiva allo Stato il compito di fissare i criteri per l’assimilazione; • viene soppressa la lett. b) dell’art. 198, comma 2, che prevedeva l’individuazione nei regolamenti comunali dei rifiuti assimilati. Alla luce di quanto sopra, giova comprendere il significato di quanto scritto nel capitolato non trovando per tale fattispecie alcun supporto giuridico. Si chiede, pertanto, la ragione per cui si intende appaltare qualcosa che non esiste.
08/07/2024 11:30
Risposta
L’aggiunta della parola “assimilati” è un refuso. Si faccia riferimento a quanto previsto dalla normativa, riportata anche nel paragrafo 2.2.1 della Relazione Tecnica.
01/07/2024 09:31
Quesito #4
Gentile Stazione Appaltante, Con riferimento al disciplinare di gara per il servizio di igiene urbana, desidero porre un chiarimento riguardo ai requisiti di idoneità professionale, in particolare all'articolo 6.1 lettera b). Nel disciplinare di gara è indicato che per l'Iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali sono richieste le seguenti categorie e classi: • Categoria 1: classe F o superiore • Categoria 4: classe F o superiore • Categoria 5: classe E o superiore Tuttavia, i rifiuti da gestire per il Comune di Vibonati che rientrano nella categoria 5, sono inferiori a 3000 tonnellate, come specificato nei documenti di gara. Chiedo gentilmente conferma se l'indicazione della classe E per la categoria 5 dell’iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali sia corretta secondo le specifiche della gara, considerando che i rifiuti da gestire per Vibonati che rientrano nella categoria 5 sono inferiori a 3000 tonnellate e rientrano nella classe F. Resto in attesa di un cortese riscontro. Cordiali saluti.
08/07/2024 11:31
Risposta
Trattasi di refuso. Si richiede esclusivamente l’iscrizione alla Categoria 1 – Classe F o classe superiore.
01/07/2024 10:55
Quesito #5
A pag. 49 della relazione tecnica illustrativa all’art. 11, - Dimensionamento del personale - facendo riferimento all’art. 6 del C.C.N.L (Fise Assoambiente Aziende private), viene indicato che la ditta subentrante dovrà assumere, con passaggio diretto, tutto il personale precedentemente assunto. Negli atti di gara non si evincono però, le informazioni relative all’elenco del personale, i livelli di inquadramento, l’anzianità di servizio, la mansione e tutto quanto previsto dal citato art. 6. Si chiede, pertanto per poter quantificare correttamente gli oneri conseguenziali e adempiere alle prescrizioni normative di indicare analiticamente tutte le informazioni previste relative al passaggio di cantiere con riferimento a quanto specificatamente previsto dall’art. 6 del C.C.N.L. Fise Assoambiente Aziende Private.
08/07/2024 11:34
Risposta
Si faccia riferimento a quanto previsto in progetto per il calcolo dei costi.
01/07/2024 10:56
Quesito #6
A pag. 27 della relazione tecnica illustrativa al punto 6.3 – Squadre di raccolta - viene indicato che “Il costo degli operatori comunali, che coadiuveranno le operazioni dei servizi oggetto del presente elaborato tecnico, non rientra nel presente appalto ma resterà onere della Stazione Appaltante”. Si chiede di esplicitare allo scopo di progettare e contabilizzare il servizio quali compiti e in quale modo gli operatori comunali coadiuveranno le operazioni dei servizi oggetto dell’appalto.
08/07/2024 11:35
Risposta
La frase indicata è un refuso e non va considerata.
01/07/2024 11:45
Quesito #7
Nella relazione tecnica illustrativa nei punti relativi all’espletamento dei servizi si evince che il monte ore di progetto non è corrispondente al monte ore del personale attualmente impiegato nei servizi. Alla luce di quanto si chiede di conoscere le motivazioni relative a questo dimensionamento orario.
08/07/2024 11:38
Risposta
Si conferma quanto previsto all’interno della relazione tecnica. Il monte ore indicato è relativo alle scelte progettuali effettuate dall’Amministrazione.
02/07/2024 17:26
Quesito #8
Tra la documentazione di gara si rileva che il Capitolato e la Relazione Tecnica Illustrativa sono prive di firma digitale. Si chiede per il principio di integrità della documentazione amministrativa di unificare la relativa documentazione.
08/07/2024 11:43
Risposta
Si allega documentazione tecnica firmata digitalmente
csa-capitolato-speciale-di-appalto-signed.pdf
SHA-256: 8b39953b4471398443b0f1071fe9495925f6844f09026c4ade0a34416ba5fa24
08/07/2024 11:43
799.51 kB
d.u.v.r.i-signed.pdf
SHA-256: c5bd77520b8155196c765432222d813321dc28d4e2b51419f0db444a86d23daf
08/07/2024 11:43
1.04 MB
rt-relazione-tecnica-illustrativa-signed.pdf
SHA-256: 830e05964019667eebfdec93fad4fa65d3d03d91156b1d846843832358e48785
08/07/2024 11:43
1.78 MB
02/07/2024 17:27
Quesito #9
A pag. 31 della relazione tecnica illustrativa al punto 6.7 – Servizio di raccolta carta e cartoncino - viene indicato all’inizio che “I rifiuti della frazione carta e cartoncino sono costituiti da giornali….omississ… Al quarto capoverso viene indicato che “Per il servizio di raccolta della frazione organica si prevede…omississ… Poiché trattasi di concetti diametralmente opposti e fra di loro non comprensibili, vogliate chiarire se trattasi di umido o carta e cartone.
08/07/2024 11:44
Risposta
Si tratta chiaramente di un refuso. Il riferimento è alla frazione carta e cartoncino.
02/07/2024 17:27
Quesito #10
A pag. 28 della relazione tecnica illustrativa al punto 6.4 – Servizio di raccolta della frazione organica - è indicato che “Per il servizio di trasporto a recupero si prevede che, ciascun cassone scarrabile, una volta raggiunta la massima capacità di carico, dovrà essere trasferito con idoneo automezzo scarrabile, e con frequenza non superiore alle 72 ore, presso l’impianto di recupero dell’organico all’uopo individuato”. L’articolazione della disposizione è opposta poichè da un lato viene indicato “una volta raggiunta la massima capacità di carico” e dall’altro “con frequenza non superiore alle 72 ore”, evidenziando una contraddizione tra le due operazioni. Pertanto risulta indispensabile sapere se va applicato il principio delle 72 ore oppure della massima capacità poiché comporta una variazione del quadro economico.
08/07/2024 11:45
Risposta
Vale quanto previsto dalla normativa. Il trasporto a recupero deve essere effettuato entro le 72 ore.
02/07/2024 17:31
Quesito #11
1) A pag. 26 e 27 della relazione tecnica illustrativa al punto 6.2 – Calendario di raccolta – viene indicato che per le utenze non domestiche il cartone da imballaggio sia in estate che in inverno viene raccolto con frequenza di 2/7; invece a pag. 32 della medesima relazione viene indicata la frequenza per tutto l’anno di 1/7. Visto il dato controverso, si prega di chiarire la frequenza corretta. 2) A pag. 44 della relazione tecnica illustrativa al punto 9.1.1 – Gestione del centro di raccolta comunale “gestione dei rifiuti” - al quarto rigo del dodicesimo capoverso è indicato il Comune di Contursi Terme anziché il Comune di Vibonati. Poiché non risulta comprensibile quanto scritto, si prega di fornire spiegazioni in merito. 3) A pag. 49 della relazione tecnica illustrativa al punto 11 – Dimensionamento del personale – nella tabella del costo totale annuo del personale per l’espletamento del servizio, vengono previsti per lo spazzamento manuale n. 7 operatori con il livello J. Il contratto collettivo di riferimento Fise Assoambiente prevede che decorsi 24 mesi di servizio al personale di livello J sia attribuito il livello 1B con un costo ovviamente superiore. Il quadro economico dell’appalto di durata 3 anni invece non fa questa distinzione di costo ma lascia i costi preventivati per l’intero periodo dell’appalto considerando il solo livello J. Vogliate rielaborare il calcolo necessario. 4) A pag. 13 del Disciplinare di Gara al punto 6.3 – Requisiti di capacità tecnica e professionale - alla lettera A) viene richiesto di fornire la comprova del requisito di aver svolto servizi analoghi/similari negli ultimi tre anni con riferimento allo spazzamento e pulizia spiagge, servizi che non vengono elencati nell’oggetto dell’appalto di cui all’art. 2 del Capitolato. Si chiede di chiarire se tali servizi siano oggetto di appalto.
08/07/2024 11:46
Risposta
1. La raccolta del Cartone per le UND viene effettuata con frequenza 1/7 durante l’inverno e 2/7 durante l’estate. 2. Trattasi chiaramente di refuso.
03/07/2024 12:02
Quesito #12
Salve, in allegato la richiesta di chiarimenti. saluti
08/07/2024 11:49
Risposta
I dati riportati nella citata tabella estratta da ISPRA sono dati consolidati relativi all’anno 2022 con % di RD pari a 61,58%. I dati riportati nel paragrafo 14 a pag. 58 della Relazione Tecnica sono invece relativi a dati di progetto e pertanto è pacifico che non possono essere uguali in quanto la documentazione tecnica è stata redatta considerando un aumento della raccolta differenziata e ad una percentuale di raccolta differenziata di progetto pari a 70%.
28/06/2024 10:34
Quesito #13
Si formulano i seguenti chiarimenti: 1 - con riferimento all'importo a base di gara, SI CHIEDE se il valore soggetto a ribasso è quello relativo al solo importo dei servizi indicato al punto A.1 della tabella 1, pagina 9 del disciplinare di gara (€ 852.544,69)? 2 - con riferimento alla cauzione provvisoria richiesta al punto 10 del disciplinare di gara, pagina 15, SI CHIEDE se la stessa dovrà essere intestata al Comune di Vibonati. Distinti saluti.
09/07/2024 15:04
Risposta
1. L'importo soggetto a ribasso è: Importo dell’appalto al netto degli oneri per la scurezza, di cui: € 2.001.534,99 della stessa tabella indicata. Il ribasso complessivo dichiarato in piattaforma comprende il ribasso offerto sull’importo dei servizi e l’eventuale minore costo della manodopera dichiarato. 2. Si conferma che la cauzione provvisoria è intestata al comune di Vibonati.
03/07/2024 11:08
Quesito #14
Il punto 10 del Disciplinare di gara relativo alla garanzia provvisoria prevede l’applicazione delle riduzioni di cui all’art. 106, comma 8, del Codice e precisamente: la riduzione del 30 per cento per gli operatori economici ai quali sia rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000; la riduzione del 50 per cento, non cumulabile con quella di cui al primo periodo, nei confronti delle micro, delle piccole e delle medie imprese e dei raggruppamenti di operatori economici o consorzi ordinari costituiti esclusivamente da micro, piccole e medie imprese; la riduzione del 10 per cento, cumulabile con la riduzione di cui al primo e secondo periodo, quando l’operatore economico presenti una fideiussione, emessa e firmata digitalmente, che sia gestita mediante ricorso a piattaforme operanti con tecnologie basate su registri distribuiti ai sensi del comma 3; la riduzione fino ad un importo massimo del 20 per cento, cumulabile con le riduzioni di cui al primo e secondo periodo, quando l’operatore economico possegga uno o più delle certificazioni o marchi individuati, tra quelli previsti dall’allegato II.13, nei documenti di gara iniziali che fissano anche l’importo della riduzione, entro il limite massimo predetto. Mentre il Disciplinare di gara a pag. 16 menziona esclusivamente le seguenti riduzioni ai sensi del comma 8 dell’art. 106: a. riduzione del 30% in caso di possesso della certificazione di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000; b. riduzione del 50% in caso di partecipazione di micro, piccole e medie imprese e di raggruppamenti di operatori economici o consorzi ordinari costituiti esclusivamente da micro, piccole e medie imprese. Tale riduzione non è cumulabile con quella indicata alla lett. a); c. riduzione del 20% in caso di possesso di una o più delle seguenti certificazioni/marchi: UNI EN ISO 14001:2015 indicata all’allegato II.13 del codice. Tale riduzione è cumulabile con quelle indicate alle lett. a) e b). Nel Disciplinare di gara non è prevista la riduzione del 10 per cento, applicabile quando l’operatore economico presenti una fideiussione emessa e firmata digitalmente e che sia gestita mediante ricorso a piattaforme operanti con tecnologie basate su registri distribuiti ai sensi del comma 3 del medesimo articolo, come previsto dall’art. 106 comma 8 del D. Lgs. 36/2023. Pertanto, si chiede alla S.V. di modificare il punto 10 del Disciplinare di gara rispettando la norma di cui all’art. 106 comma 8 del Codice.
09/07/2024 15:08
Risposta
Si conferma l'applicazione delle riduzioni di cui all’art. 106, comma 8, del Codice.
08/07/2024 18:08
Quesito #15
Con riferimento al punto 7 Ulteriori dichiarazioni dell’Allegato A – Istanza di partecipazione e dichiarazioni integrative, in cui viene richiesto di dichiarare di aver preso visione della documentazione relativa a “dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sono destinati ad operare gli operatori dell’appaltatore e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività (pubblicato sul sito ……………………. selezionando la voce “…………………”)”, si chiede di comunicare su quale sito si trovano e quale voce selezionare.
09/07/2024 15:12
Risposta
Il modello Allegato A - Istanza di partecipazione è un modello facsimile messo a disposizione per gli O.E. per poter redigere le dichiarazioni in relazione a quanto richiesto nel disciplinare di gara e pertanto è reso disponibile in formato editabile. Si invita l'O.E. a valutare le dichiarazioni richieste eliminando quanto non è inerente alla partecipazione in oggetto.
10/07/2024 10:31
Quesito #16
Si sollecita risposta al quesito n. 3 formulato dalla scrivente in data 05/07/2024. Di seguito si ripropone il chiarimento: Per quanto riguarda la frequenza di raccolta, vista la presenza di alcune discordanze tra il csa (Titolo IV, da pag. 27 e a seguire gli artt. 24 e s.s.) e la relazione tecnica illustrativa (capitoli 5 e 6 - pag. 22 e seguenti), si chiede di chiarire se bisogna tener conto delle frequenze di raccolta previste dal capitolato speciale oppure quelle previste dal calendario di raccolta della relazione tecnica illustrativa. Un esempio su tutti. Relativamente alla raccolta di cartone, il csa a pag. 20, prevede una frequenza di raccolta di 1/7 durante tutto l'anno, per le utenze domestiche e non domestiche. Nella relazione tecnica illustrativa, invece, nei calendari di pag. 26 e 27, si prevede una frequenza di raccolta pari a 2/7 per le utenze non domestiche. Pertanto, al fine di formulare un'adeguata offerta tecnica, anche e sopratutto relativamente alle migliorie da offrire, si chiede di chiarire quali sono le frequenze di raccolta da tenere in considerazione. Cordiali saluti
13/07/2024 09:45
Risposta
Per il calendario di raccolta e tutte le frequenze si faccia riferimento a quanto indicato nel paragrafo 6.2 della Relazione Tecnica.
10/07/2024 18:19
Quesito #17
A pag. 40 della relazione tecnica illustrativa al punto 8 – Servizio di spazzamento manuale – al sesto capoverso è indicato che “Al termine delle attività di spazzamento, i rifiuti provenienti dallo spazzamento delle strade identificati con il codice CER 200303 dovranno quotidianamente essere avviati a smaltimento o recupero presso gli impianti all’uopo individuati”; nel quadro economico, però, non risultano contabilizzati i relativi costi. Si chiedono chiarimenti in merito.
13/07/2024 09:48
Risposta
Come previsto per ogni singola frazione, all’interno delle voci di costo relative a operai e automezzi impiegati è calcolata anche l’aliquota relativa alla trasferenza dei rifiuti provenienti da spazzamento. La frequenza con cui dovranno essere avviati a smaltimento può anche essere diversa da quella “quotidiana”, secondo quanto previsto dalla normativa.
10/07/2024 18:20
Quesito #18
Poiché negli atti di gara non viene indicato nulla, si chiede di fornire l’elenco dettagliato del personale oggetto di passaggio di cantiere ai sensi dell’art. 6 - Avvicendamento di Imprese nella gestione dell’Appalto/Affidamento di Servizi - del C.C.N.L Fise Assoambiente con tutte le informazioni previste dal citato articolo.
13/07/2024 09:49
Risposta
Per l’elenco completo del personale, in termini di ore lavorate e di livello contrattuale, si faccia riferimento a quanto riportato negli atti di gara. I nominativi del personale oggetto di passaggio di cantiere saranno comunicati a conclusione della presente procedura.
10/07/2024 18:20
Quesito #19
A pag. 49 del Piano di Gestione dei Rifiuti al quinto capoverso viene fatto riferimento all’Allegato 1 riguardante il costo del personale. Parimenti a pag 51del Piano di Gestione dei Rifiuti al settimo capoverso viene fatto riferimento all’Allegato 2 riguardante il costo degli automezzi. Poiché gli allegati richiamati non sono presenti negli atti di gara, si chiede di mettere a disposizione quanto richiamato.
13/07/2024 09:50
Risposta
Si allegano documenti richiamati.
10/07/2024 19:24
Quesito #20
quesito 1 In ordine al monte ore previsto in progetto la scrivente richiede alla stazione appaltante di chiarire i costi relativi alle sostituzioni del personale (ferie, malattie, ecc…), ai fini di un corretto dimensionamento dei servizi. quesito 2 Si chiede di chiarire il dimensionamento dei mezzi d'opera previsti, atteso che dal progetto a base di gara non risulta effettuata alcuna verifica in termini di portata utile ed organizzazione delle squadre. Ciò al fine di assicurare l'intera copertura del territorio comunale. quesito 3 Dall'analisi del progetto a base di gara non si rileva la determinazione delle quote di ammortamento dei singoli mezzi e la rispondenza degli stessi alle obbligatorie previsioni di ARERA. Si chiede alla stazione appaltante di voler esplicitare i costi relativi all'ammortamento dei singoli mezzi, facendo riferimento al metodo tariffario indicato da ARERA, al fine di assicurare una corretta copertura dei costi. Gli elaborati progettuali, richiedono inoltre, un'anzianità degli stessi non superiore a 3 (tre) anni dalla data di avvio del servizio; considerato che i CAM attualmente in vigore prevedono l'utilizzo di automezzi Euro 6, SI CHIEDE se è ammesso utilizzare tali mezzi non facendo riferimento all'anno di immatricolazione ma alle normative antinquinamento. quesito 4 Con riferimento all'Offerta tecnica, si chiede se la relazione tecnica descrittiva del progetto ha regole di formattazione specifiche da seguire e un limite massimo di numero di pagine. Si chiede inoltre se possono essere compresi allegati grafici. quesito 5 Facendo riferimento alla relazione tecnica illustrativa, punto 11 – “Dimensionamento del personale”, nella tabella del costo totale annuo del calcolo della manodopera, vengono previsti per lo spazzamento manuale, n. 7 operatori con il livello J. Il contratto collettivo di riferimento Fise Assoambiente prevede che, gli operatori assunti a livello J saranno inquadrati a livello 1B decorsi 26 mesi dall’assunzione (nel calcolo si tiene presente anche l’anzianità della prestazione con il livello J). Considerato che il livello 1B, secondo le tabelle Ministeriali di categoria, ha un costo orario superiore, SI CHIEDE di rimodulare il costo della manodopera, tenendo presente i maggiori oneri dovuti all’incremento di livello
13/07/2024 09:51
Risposta
1. Per quanto riguarda il monte ore e i relativi costi è stato fatto riferimento al CCNL vigente, in cui sono ricompresi anche ferie, malattie, ecc. 2. Il dimensionamento dei mezzi d’opera è stato considerato all’interno del progetto, tenendo in conto anche la portata utile dei singoli automezzi e le ore di funzionamento. 3. Si faccia riferimento all’allegato 2 del progetto. 4. Si faccia riferimento a quanto previsto nel Disciplinare. 5. L’aumento dei costi dovuti ad eventuali passaggi di livello contrattuale, così come disciplinato dal CCNL vigente, saranno riconosciuti all’appaltatore alla dimostrazione dell’avvenuto passaggio, così come previsto dalla normativa di settore in termini di adeguamento del canone e dal Capitolato.
11/07/2024 10:37
Quesito #21
Con riferimento al quesito n. 12, formulato dalla scrivente in data 02/07/2024, poiché la S.V. ha provveduto a chiarire esclusivamente quanto richiesto ai punti 1 e 2 del chiarimento, con la presente si chiede di dare sollecito riscontro altresì alle domande relative ai punti 3 e 4 del quesito in oggetto. Distinti saluti
13/07/2024 09:52
Risposta
Con riferimento al quesito n. 12 si precisa quanto segue. 3. L’aumento dei costi dovuti ad eventuali passaggi di livello contrattuale, così come disciplinato dal CCNL vigente, saranno riconosciuti all’appaltatore alla dimostrazione dell’avvenuto passaggio, così come previsto dalla normativa di settore in termini di adeguamento del canone e dal Capitolato. 4. Il disciplinare fa riferimento a servizi analoghi SIMILARI a quelli oggetto dell’appalto, elencando in maniera esemplificativa anche la pulizia delle spiagge. Non è vincolante dimostrare di aver svolto servizi di pulizia spiagge per l’appalto in oggetto ai fini dell’ammissione.
05/07/2024 13:27
Quesito #22
Per quanto riguarda la frequenza di raccolta, vista la presenza di alcune discordanze tra il csa (Titolo IV, da pag. 27 e a seguire gli artt. 24 e s.s.) e la relazione tecnica illustrativa (capitoli 5 e 6 - pag. 22 e seguenti), si chiede di chiarire se bisogna tener conto delle frequenze di raccolta previste dal capitolato speciale oppure quelle previste dal calendario di raccolta della relazione tecnica illustrativa. Un esempio su tutti. Relativamente alla raccolta di cartone, il csa a pag. 20, prevede una frequenza di raccolta di 1/7 durante tutto l'anno, per le utenze domestiche e non domestiche. Nella relazione tecnica illustrativa, invece, nei calendari di pag. 26 e 27, si prevede una frequenza di raccolta pari a 2/7 per le utenze non domestiche. Pertanto, al fine di formulare un'adeguata offerta tecnica, anche e sopratutto relativamente alle migliorie da offrire, si chiede di chiarire quali sono le frequenze di raccolta da tenere in considerazione. Cordiali saluti
13/07/2024 09:59
Risposta
Per il calendario di raccolta e tutte le frequenze si faccia riferimento a quanto indicato nel paragrafo 6.2 della Relazione Tecnica.

Supporto alle Stazioni Appaltanti: +39 800 955 054
Supporto agli Operatori economici: +39 800 719 717
HELP DESK
assistenza@asmecomm.it - +39 800 719 717
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00