Gara - ID 274

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante TAURANO
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoLavori
Procedura aperta per l’affidamento dei lavori “LAVORI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALE DELL’ALVEO PANTANELLA”
CUP I23H09000070002 – CIG 8564646975
 
CIG8564646975
CUPI23H09000070002
Totale appalto€ 610.609,56
Data pubblicazione 30/12/2020 Termine richieste chiarimenti Giovedi - 28 Gennaio 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 05 Febbraio 2021 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 24 Febbraio 2021 - 15:00
Categorie merceologiche
  • 45 - Lavori di costruzione
DescrizioneProcedura aperta per l’affidamento dei lavori “LAVORI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALE DELL’ALVEO PANTANELLA”
CUP I23H09000070002 – CIG 8564646975
 
Struttura proponente Comune di Taurano
Responsabile del servizio Geom. Giovanni Pacia Responsabile del procedimento Pacia Giovanni
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf disciplinare-digara - 941.41 kB
File zip progetto - 35.59 MB
File zip allegati - 6.10 MB
File pdf bando-di-gara - 337.25 kB
File pdf faq-1-risposta-quesiti - 760.00 kB
File pdf allegato-nt - 755.20 kB
File pdf allegato-oe - 2.71 MB

Chiarimenti

  1. 05/01/2021 18:31 - Nel disciplinare sono idicati solo gli elaborati da produrre per il Criterio A e il Criterio B. Si richiedono chiarimenti in merito alla documentazione tecnica da produrre per il Criterio C e il Criterio D. Si richiede di specificare se la relazione da 4 cartelle e i 4 elaborati grafici da produrre per “Relazione A Pregio Tecnico” di cui al disciplinare siano riferiti ad ogni singolo subcriterio (A1 e A2) o all’intero criterio A.

    Buongiorno,

    si prega di prendere visione della risposta al quesito nella sezione allegati della piattaforma.

    Cordiali saluti
    12/01/2021 11:37
  2. 21/01/2021 17:16 - Nel dettaglio dell’offerta economica è indicato che “il computo metrico estimativo dovrà riportare un importo totale pari all’importo a base di gara ribassato. Le migliori non dovranno essere computate in termini di costo, poichè la S.A non dovrà venire a conoscenza della spesa preventivata dall’impresa per l’offerta delle migliorie. Qualora il concorrente voglia inserire,….le voci relative alle migliorie lo stesso dovrà azzerarne la spesa e computarle esclusivamente in termini di quantità”.
    Si richiede qualora una miglioria sostituisca una voce del VS CME come bisogna comportarsi, ossia inseriamo semplicemente le Vs senza portarla in detrazione? In caso negativo si richiede una delucidazione a riguardo.
    Saluti


    La “voce sostitutiva” va inserita nel solo computo delle migliorie (quindi senza valore economico, ma con tutti gli altri dati necessari: voce di capitolato, misurazioni parziali e totali, quantità, etc.), citando – nel predetto “computo delle migliorie” – il rimando alla “voce del Computo Metrico Estimativo” a base di gara oggetto di sostituzione.
     
    22/01/2021 17:11
  3. 21/01/2021 17:06 - Salve,
    sull’atto unilaterale d’obbligo al punto 1 non è riportato l’importo a base di gara e il corrispondente 1% così come riportato nella pagina 27 del disciplinare.Si chiede se è possibile modificarlo in maniera autonoma con gli importi riportati nel disciplinare o occorre che venga modificato da voi.
     


    Si, può essere modificato, sempre facendo salva la correttezza degli importi.
    Pertanto, nei limiti della correttezza e della congruenza con gli importi corretti può essere modificato l’importo dell’atto unilaterale d’obbligo, essendo valido l’importo del disciplinare di gara.
     
    22/01/2021 17:11
  4. 18/01/2021 20:53 - Salve, con riferimento alla procedura in oggetto, visto l’elaborato “R.07 – Relazione paesaggistica” nel quale si fa riferimento ad un’istanza di autorizzazione paesaggistica associata all’opera da realizzare, e visto il criterio di valutazione A.1 che fa esplicito riferimento a “Proposte migliorative del progetto esecutivo relative all’incremento della funzionalità idraulica delle opere longitudinali e trasversali, con particolare riferimento alle prescrizioni degli Enti competenti”, si chiede di chiarire se l’Ente è effettivamente in possesso di Autorizzazione Paesaggistica per la realizzazione dei lavori e, nel caso, di renderla disponibile ai partecipanti alla gara anche al fine di poter rispondere pienamente al criterio di valutazione A.1.

    Viceversa, si chiede di chiarire a quali “prescrizioni degli Enti Competenti” si deve far riferimento nel criterio A.1, dal momento che il parere dell’Autorità di Bacino allegato allla documentazione di gara fa riferimento al progetto definitivo dell’opera e contiene prescrizioni che dovrebbero essere state recepite nella redazione del progetto esecutivo.

    In attesa di un Vs. riscontro, 
    saluti


    Il criterio di valutazione A.1 fa riferimento al Parere dell’Autorità di Bacino che al punto d) richiede una valutazione complessiva dell’effetto di mitigazione delle opere rispetto alla pericolosità e al rischio idraulico presenti. Tale valutazione sarà effettuata dopo l’esecuzione dell’appalto, in quanto se fosse stata fatta in sede di progettazione esecutiva, non avrebbe tenuto conto delle modifiche apportate al progetto per effetto delle proposte migliorative.
    Pertanto il criterio di valutazione A1 si riferisce all’opportunità di proporre interventi finalizzati ad incrementare l’effetto di mitigazione del rischio idraulico.
     
    22/01/2021 17:13
  5. 18/01/2021 21:08 - Con riferimento agli oneri della sicurezza esclusi dal ribasso d’asta si rileva quanto segue:
    - Nel Computo metrico estimativo viene indicato un importo degli oneri della sicurezza pari ad € 15.039,21;
    - Nel disciplinare di gara viene indicato un importo degli oneri della sicurezza esclusi dal ribasso di € 18.124,73;
    - Nella stima di incidenza della sicurezza viene indicato un importo degli oneri della sicurezza esclusi dal ribasso di € 18.124,73;
    - Nel Q.E. di progetto è riportato un importo degli oneri della sicurezza dato dalla somma degli oneri indiretti per € 15.039,21 e degli oneri diretti (compresi nei prezzi) per € 3.085,52.

    A riguardo, preso atto che l’importo degli oneri della sicurezza diretta esposti nel Q.E. non coincide con quanto indicato nell’elaborato “E.04 – Incidenza oneri sicurezza”, e che oltretutto gli stessi oneri della sicurezza riportati in computo metrico differiscono da quanto indicato nel disciplinare di gara, si chiede di specificare quali degli elaborati sopra elencati deve essere rettificato e in quale misura. Ciò anche al fine di consentire ai concorrenti la corretta predisposizione del computo metrico di offerta che, dovendo riportare i prezzi offerti (invariati per quanto riguarda la sicurezza), verrebbe ad esporre un importo della sicurezza inferiore a quanto indicato nel disciplinare di gara.

    In attesa di un Vs. riscontro,
    Saluti
     


    Gli oneri della sicurezza a base di gara non soggetti a ribasso sono pari a Euro 18.124,73, come riportato sia nel Quadro Economico che nel Disciplianre di gara e negli elaborati economici. Essi sono somma di due aliquote:
    - Oneri della sicurezza compresi nei prezzi pari a Euro 3.085,52
    - Oneri della sicurezza speciali (per l’attuazione del PSC) pari a Euro 15.039,21
    Come indicato nel Disciplinare di gara “Il computo metrico offerto, come riportato al paragrafo 17 del Disciplinare di gara dovrà riportare un importo totale pari all’importo a base di gara ribassato)
    NB: le migliorie proposte non dovranno essere computate in termini di costo, la Stazione Appaltante non dovrà venire a conoscenza della spesa preventivata dall’impresa per l’offerta delle migliorie. Qualora il concorrente voglia inserire, all’interno del CME di offerta, le voci relative alle migliorie lo stesso dovrà azzerarne la spesa e computarle esclusivamente in termini di quantità.”
    Pertanto, gli oneri della sicurezza sono del tutto indipendenti dalle lavorazioni offerte nel computo.
     
    22/01/2021 17:13
  6. 22/01/2021 08:22 - "A pagina 28 del disciplinare di gara, a proposito del materiale relativo al criterio A, si legge che è possibile produrre una relazione max 4 cartelle formato A4 e max n.4 allegati in formato A4/A3. Stessa cosa dicasi per il criterio B, per il quale, tuttavia, cambia il numero di cartelle e allegati.
    Non vi è, tuttavia, nessun riferimento alle relazioni ed eventuali allegati relativi al criterio C, ossia Sicurezza e organizzazione di cantiere, e al criterio D, ossia facilità di manutenzione. Si chiede, pertanto, di chiarire il numero e la tipologia di elaborati tecnici per il criterio C e il criterio D. Grazie"


    In merito a tale quesito si veda la risposta alla FAQ n. 1.
    Risposta che, per completezza di notazione, si riporta di seguito per estratto

    … (chiarimento)
    1. RELAZIONE A – PREGIO TECNICO
    La relazione, da redigere in lingua italiana, dovrà avere un totale di cartelle non superiore alle n. 4 (esclusa mascherina ed eventuale sommario) ciascuna, in formato A4 e un totale di 4 fogli di allegati grafici in formato standard (A4/A3) che illustrino le proposte migliorative.
    Tale indicazione è riferita al singolo sub-criterio, ovverosia: 4 cartelle per la relazione e 4 fogli per gli allegati relativamente a sub-criterio A1 e, parimenti, 4 cartelle e 4 fogli per il sub-criterio A2.


    2) CRITERIO B – QUALITA’ DEI MATERIALI  (estratto dal disciplinare)
    - La relazione dovrà contenere una proposta tecnico-organizzativa che illustri le migliorie proposte, con riferimento al criterio C e relativi sub-criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al punto 18.1.
    - La relazione, da redigere in lingua italiana, dovrà avere un totale di cartelle non superiore alle n. 3 (esclusa mascherina ed eventuale sommario) ciascuna, in formato A4 e un totale di 2 fogli di allegati grafici in formato standard (A4/A3) che illustrino le proposte migliorative.

    La documentazione da produrre per il Criterio C e D è la stessa di cui al criterio B, che, per completezza di nota e per maggiore chiarezza, viene di seguito esplicitata:

     
    2.1)  CRITERIO C - SICUREZZA E ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE
    - La relazione dovrà contenere una proposta tecnico-organizzativa che illustri le migliorie proposte, con riferimento al criterio C e relativi sub-criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al punto 18.1.
    - La relazione, da redigere in lingua italiana, dovrà avere un totale di cartelle non superiore alle n. 3 (esclusa mascherina ed eventuale sommario) ciascuna, in formato A4 e un totale di 2 fogli di allegati grafici in formato standard (A4/A3) che illustrino le proposte migliorative.

    2.2) CRITERIO D - FACILITÀ DI MANUTENZIONE
    - La relazione dovrà contenere una proposta tecnico-organizzativa che illustri le migliorie proposte, con riferimento al criterio D e relativi sub-criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al punto 18.1.
    - La relazione, da redigere in lingua italiana, dovrà avere un totale di cartelle non superiore alle n. 3 (esclusa mascherina ed eventuale sommario) ciascuna, in formato A4 e un totale di 2 fogli di allegati grafici in formato standard (A4/A3) che illustrino le proposte migliorative.
     
    22/01/2021 17:14
  7. 22/01/2021 11:32 - Si richiede di specificare l’ubicazione delle lavorazioni di cui alle voci NP.01 e NP.02 dell’elaborato “TAV. E03 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO”

    Relativamente alla voce NP1 la lavorazione interessa l’intera sezione dell’alveo lungo circa 400
    m. ed esclusi i tratti tombati, i salti e gli sbarramenti
    Relativamente alla voce NP2 si tratta di canalette di raccolta delle acque di versante nel tratto
    indicato in planimetria, posizionate lungo la direttrice di massima pendenza
    25/01/2021 13:25
  8. 21/01/2021 10:44 - A pagina 28 del disciplinare di gara, a proposito del materiale relativo al criterio A, si legge che è possibile produrre una relazione max 4 cartelle formato A4 e max n.4 allegati in formato A4/A3. Stessa cosa dicasi per il criterio B, per il quale, tuttavia, cambia il numero di cartelle e allegati.
    Non vi è, tuttavia, nessun riferimento alle relazioni ed eventuali allegati relativi al criterio C, ossia Sicurezza e organizzazione di cantiere, e al criterio D, ossia facilità di manutenzione. Si chiede, pertanto, di chiarire il numero e la tipologia di elaborati tecnici per il criterio C e il criterio D. Grazie"


    Si faccia riferimento al quesito n.1
    25/01/2021 13:27
  9. 22/01/2021 16:51 - "A pagina 28 del disciplinare di gara, a proposito del materiale relativo al criterio A, si legge che è possibile produrre una relazione max 4 cartelle formato A4 e max n.4 allegati in formato A4/A3. Stessa cosa dicasi per il criterio B, per il quale, tuttavia, cambia il numero di cartelle e allegati.
    Non vi è, tuttavia, nessun riferimento alle relazioni ed eventuali allegati relativi al criterio C, ossia Sicurezza e organizzazione di cantiere, e al criterio D, ossia facilità di manutenzione. Si chiede, pertanto, di chiarire il numero e la tipologia di elaborati tecnici per il criterio C e il criterio D. Grazie"


    Si faccia riferimento al quesito n.1
    25/01/2021 13:27

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it