Gara - ID 2374

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante ISCHIA
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoLavori
PROCEDURA APERTA CON IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA PER L’AFFIDAMENTO DEI LAVORI “INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE E RECUPERO MANUFATTI FATISCENTI ED AMPLIAMENTO PLESSO SCOLASTICO GIANNI RODARI – RICOSTRUZIONE CON AMPLIAMENTO DELLE AULE ESISTENTI”
CIG8763174FF0
CUPI36B19000140007
Totale appalto€ 2.119.380,58
Data pubblicazione 24/05/2021 Termine richieste chiarimenti Giovedi - 10 Giugno 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 14 Giugno 2021 - 10:00 Apertura delle offerteLunedi - 14 Giugno 2021 - 11:00
Categorie merceologiche
  • 452142 - Lavori di costruzione di edifici scolastici
DescrizioneINTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE E RECUPERO MANUFATTI FATISCENTI ED AMPLIAMENTO PLESSO SCOLASTICO GIANNI RODARI – RICOSTRUZIONE CON AMPLIAMENTO DELLE AULE ESISTENTI”.
L’intervento in oggetto riguarda la riqualificazione ambientale con il recupero dei manufatti fatiscenti e l’ampliamento del complesso scolastico “Gianni Rodari”, sito in Ischia alla via Traversa G.B. Vico e facente parte del Circolo Didattico Ischia 2, adibito a scuola per l’infanzia e scuola elementare, al fine, non solo, di migliorare la sicurezza degli ambienti, di creare un punto di coordinamento ai fini di Protezione Civile ma anche di realizzare nel complesso una scuola di tipo “Aperto”, uno spazio polifunzionale flessibile al territorio circostante, allo scopo di realizzare iniziative a forte valenza socializzante e culturale.
Il progetto, oltre a soddisfare il programma e le esigenze didattiche educative prevede l’utilizzo di servizi ed attrezzature come laboratori ed aule dedicate ad attività extrascolastiche grazie all’ampliamento degli spazi presenti per la presenza di pareti mobili ed apribili, ed una grande hall di ricevimento che può funzionalmente essere adibita ed organizzata a seconda dell’attività da svolgere.
I due corpi di fabbrica, la scuola oggetto del presente lotto di lavorazioni e la palestra non oggetto di intervento, strettamente relazionati da passaggi interni, potranno godere di vita propria ed autonoma grazie alla divisione degli accessi. Completano la composizione costruttiva i locali tecnologici posti al margine del lotto.
Nel nuovo polo scolastico sono previsti i seguenti spazi per la didattica:
  • Infanzia: 5 aule con relativi servizi igienici dedicati; 1 spazio per attività libere; Area esterna
  • Primaria: 5 aule; 1 aula polivalente; 1 aula per attività interciclo; 1 aula per attività integrative; 1 biblioteca docenti; Spazi esterni;
  • Ambiente di apprendimento scuola materna;
  • Ambiente di apprendimento scuola elementare – primo ciclo;
  • Ambiente di apprendimento scuola elementare - secondo ciclo;
Spazi pensati non in modo tradizionale, delimitati da muri che generano una divisione assoluta, ma da pareti scorrevoli, arredi mobili. Anche gli spazi di distribuzione sono pensati come spazi abitabili e per attività, superando il concetto di corridoio come mero spazio di passaggio; laboratori di informatica non necessariamente confinati dentro aule speciali dedicate ma diffusi in tutti gli ambienti della scuola grazie a tecnologie wifi e sistemi ICT diffusi (Information and communicationtechnology).
I principi che sono stati seguite nella redazione del progetto si possono sinteticamente ridurre a tre punti fondamentali:
  • controllo della parte relativa all’involucro edilizio (superfici trasparenti e opache con appropriate stratigrafie degli elementi)
  • soluzioni impiantistiche ad altissimo rendimento energetico;
  • produzione d’energia alternative che coprono il fabbisogno energetico necessario al sostentamento dalla quota parte di edificio previsto dalla normativa vigente.
Si elencano di seguito alcune soluzioni tecnologiche adottate nel progetto.
‐ Tamponamenti sono in muratura a cassa vuota con cappotto esterno realizzato a mezzo di pannello in poliuterano dello spessore di 6cm
‐ In copertura si prevede l’utilizzo di isolamento termico con pannelli in polistirene dello spessore di 10 cm;
‐ Il solaio contro terra saranno isolati a mezzo di vespaio areato ed utilizzo di strato di isolamento con pannelli di polistirene dello spessore di 8cm;
‐ Gli infissi saranno in alluminio a taglio termico con tripli vetri e doppia camera al fine di raggiungere elevate prestazioni in termini di efficienza energetica;
‐ Si prevede inoltre l’installazione di tende frangisole ed di elementi esterni con parziale funzione frangisole.
Dal punto di vista strutturale l’edificio sarà realizzato in calcestruzzo armato gettato in opera, con fondazioni del tipo a trave rovescia. Per i solai saranno utilizzate due tecnologie realizzative:
  •  I solai delle aule e degli spazi comuni saranno realizzati mediante lastre prefabbricate alveolari in calcestruzzo precompresso, da completare in opera mediante il getto della soletta di solidarizzazione e ripartizione. Tale soluzione consente di superare campate di luce considerevole, mantenendo lo spessore e il peso del solaio entro valori ridotti.
  •  Il solaio del torrino scala/ascensore in copertura e i solai dei corridoi saranno laterocementizi, realizzati con travetti precompressi in calcestruzzo. Tale scelta scaturisce dalla necessità di realizzare una serie di cavedi e fori per il passaggio degli impianti all’interno di questi elementi orizzontali. In fase di esecuzione è quindi più semplice la realizzazione di un cavedio in un solaio laterocementizio rispetto ad un solaio prefabbricato alveolare.
Struttura proponente Comune di Ischia - Ufficio LL.PP.
Responsabile del servizio arch. Consiglia Baldino Responsabile del procedimento Ascanio Aniello
Allegati
Richiesta DGUE XML
File zip progetto-esecutivo - 234.00 MB
File zip allegati-di-gara - 158.64 kB
File p7m disciplinare-di-gara-rodari.pdf - 370.55 kB
File p7m bando-di-gara-scuola-rodari.pdf - 131.78 kB

Chiarimenti

  1. 28/05/2021 16:58 - Spett.le Rup,
    è possibile cambiare in maniera sostanziale la struttura, anche incidendo sulla categoria dei lavori a base di gara?
    grazie per la cortese Attenzione,
    Cordiali Saluti.


    Non è prevista la possiblità di cambiare in maniera sostanziale la natura delle opere, si precisa che in virtù del Disciplinare di Gara l’Operatore Economico può soltanto “aggiungere una o più righe qualora si ritenga che alcune voci siano state omesse dalla Stazione Appaltante”
    31/05/2021 10:14
  2. 31/05/2021 10:50 - Per fare richiesta di sopralluogo, avendola già fatta come Consorziata di un Consorzio stabile, è necessario prima annullare la precedente richiesta?

     


    Contestualmente alla nuova richiesta di sopralluogo andrà comunicata la volontà di annullare la precedente comunicazione, indicandone gli estremi.
    31/05/2021 11:04
  3. 01/06/2021 15:52 - Con riferimento alla gara “INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE E RECUPERO MANUFATTI FATISCENTI ED AMPLIAMENTO PLESSO SCOLASTICO GIANNI RODARI – RICOSTRUZIONE CON AMPLIAMENTO DELLE AULE ESISTENTI” si pone il seguente quesito:
    A pag 8 ed in particolare al punto 3.3.2 del disciplinare, è richiesta l’indicazione del subappaltatore per la categoria OG11, con relativi Soa e Passoe, in contrasto con la sospensione dell’indicazione dei subappaltatori prevista dal Decreto Legge n. 183 del 31 dicembre 2020 (c.d. "Milleproroghe"). Si chiede pertanto, se trattasi di un refuso da non considerare nell’indicazione del subapppalto della categoria OG11.
    Cordiali saluti


    Si conferma che trattasi di un elemento residuale, quindi di un refuso del Disciplinare di Gara.
    04/06/2021 09:32
  4. 01/06/2021 17:37 - SPETT.LE STAZIONE APPALTANTE,
    SI CHIEDE ALLEGATO LISTA LAVORAZIONI 


    Così come descritto nel Disciplinare di Gara a pagina 3 la lista delle lavorazioni verrà consegnata contestualmente al sopralluogo
    04/06/2021 09:35
  5. 07/06/2021 13:09 - Al fine di consentire una più agevole elaborazioni dei documenti economici di offerta, si richiede di pubblicare, o inviare direttamente alla scrivente, il Computo metrico estimativo in formato .dcf (Primus di ACCA )o, se non disponibile, in formato di foglio di calcolo excell.
    Cordiali Saluti


    I file editabili sono disponibili al seguente link https://we.tl/t-jn5wqlz2iV
    07/06/2021 16:16
  6. 04/06/2021 12:50 - SPETT.LE STAZIONE APPALTANTE ,
    SI CHIEDE:
    n merito al Sub-criterio A1 relativo al miglioramento delle prestazioni energetiche delle superfici opache e trasparenti, si fanno presente le seguenti incongruenze tra quanto indicato nel Computo Metrico e quanto nel Calcolo Legge10:
    • - per il cappotto esterno è indicato da CM un valore di conduttività termica pari a 0,028 W/mK, mentre nel Calcolo Legge 10 un valore di 0,03.
    • - per gli infissi è stato indicato: per il telaio da CM un valore di Uf pari a 1,87 W/m2K mentre nel Calcolo Legge10 un valore di 1,7; per il vetro nel CM un valore di Ug pari a 0,5 W/m2K mentre nel Calcolo Legge 10 è stato considerato un valore di 1,1.
    Si chiede pertanto per tutti questi elementi, quale sia il valore da prendere in considerazione per la proposta migliorativa, se quello da Computo o quello da Legge 10.
    RESTIAMO IN ATTESA DI RISCONTRO


    I valori a cui fare riferimento ai fini della redazione della proposta sono quelli del computo metrico, ove è da rettificarsi il valore relativo al telaio degli infissi Uf che dovrà essere almeno pari a 1,7 W/m2K.
    07/06/2021 16:17
  7. 08/06/2021 17:46 - Buonasera
    con la presente si chiede se Il legale Rappresentante può rendere la dichiarazione di cui al Modello B in nome e per conto di tutti i soggetti di cui all’art. 80 comma 3 D.Lgs. 50/2016, senza che questi la rendano ognuno per sè..
    In caso negativo si chiede come fare visto che un Direttore Tecnico tenuto alla presentazione del modello B non è in possesso di firma digitale.
    In attesa di un cortese riscontro, si porgono cordiali saluti.
     


    Si conferma che è possibile redigere una dichiarazione unica, di cui al modello B, sottoscritta dal legale rappresentante, specificando chiaramente che la stessa è resa in nome e per conto di tutti i soggetti di cui all’art. 80 comma 3 D.Lgs. 50/2016
    09/06/2021 10:48
  8. 07/06/2021 16:39 - Spett.le Ente
    A pag. 9, punto 3.6 del disciplinare, per la partecipazione dei consorzi stabili, di cui all’art. 45, lett. c del D.Lgs 50/2016, è richiesto il possesso dei requisiti posseduti dal consorzio, dalla consorziata designata o, mediante avvalimento, dalle consorziate non designate.
    Chiediamo se è possibile la partecipazione di un consorzio stabile in possesso di entrambe le categorie di gara, ma con il possesso della sola categoria OG1 da parte dell’impresa consorziata designata (come richiesto dal Codice degli Appalti) e con il possesso della categoria OG11 mediante la cosiddetta regola del “cumulo dei requisiti” di qualificazione nei lavori, secondo cui il Consorzio Stabile si qualifica sulla base delle qualificazioni possedute dalle singole imprese consorziate, senza alcuna distinzione tra consorziate designate per l'esecuzione e consorziate non designate.
    Distinti Saluti
     


    Nel caso di consorzio che si qualifica in proprio ma fa eseguire l’appalto da imprese consorziate, i requisiti debbono essere posseduti sia dal consorzio, sia dalla consorziata designata per l’esecuzione

     
    11/06/2021 14:00

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it