Gara - ID 8353

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante SANTA CROCE DI MAGLIANO
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
PROCEDURA APERTA PER IL “SERVIZI DI IGIENE URBANA PER ANNI SETTE 2022-2028” PER IL COMUNE DI SANTA CROCE DI MAGLIANO (CB) - CIG: 93183490DC.
CIG93183490DC
CUPE69I22000380004
Totale appalto€ 2.100.000,00
Data pubblicazione 15/07/2022 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 12 Agosto 2022 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 22 Agosto 2022 - 12:00
Categorie merceologiche
  • 905111 - Servizi di raccolta di rifiuti solidi urbani
DescrizionePROCEDURA APERTA PER IL “SERVIZI DI IGIENE URBANA PER ANNI SETTE 2022-2028” PER IL COMUNE DI SANTA CROCE DI MAGLIANO (CB) - CIG: 93183490DC.
Struttura proponente COMUNE DI SANTA CROCE DI MAGLIANO (CB)
Responsabile del servizio R.U.P. Ing. Antonio Plescia Responsabile del procedimento Ing. Plescia Antonio
Allegati
Richiesta DGUE XML
File p7m 0.3-bando.pdf - 204.10 kB
File p7m 0.4-disciplinare-di-gara-b.pdf - 670.19 kB
File zip modelli-di-gara - 5.05 MB
File zip capitolato-e-documenti-di-gara - 8.55 MB

Trasparenza

Importo liquidato0,00

Chiarimenti

  1. 09/08/2022 17:36 - Si chiede a codesta spett.le Stazione Appaltante di chiarire se il sopralluogo di cui al punto 11 del disciplinare di gara “Dichiarazione di sopralluogo autonomo”, da allegare alla Documentazione amministrativa, sia da intendersi solo come visita autonoma dei luoghi dove si espleterà il servizio ma con  attestazione di avvenuto sopralluogo rilasciato dalla Stazione Appaltante a firma del responsabile dell’Area III G.S.T. – ING. Antonio Plescia o altra persona incaricata (cfr. allegato d modello di gara) o come Autodichiarazione di avvenuto sopralluogo ai sensi del D.P.R. 445/2000
    Distinti saluti


    trattasi di “Dichiarazione di sopralluogo autonomo” e pertanto non prevede rilascio di attestazioni da parte di questo Ente
    pertanto si ribadisce che il soproalluogo resta obbligatorio ed va condotto in modo atonomo e va resa autodichiarazione
     
    10/08/2022 10:25
  2. 28/07/2022 11:50 - il disciplinare richiede di allegare ( punto 15.3 numero 17 la disponibilità di impianto come da allegato H che riporta nella dicitura del file “solo se necssario”
    non si trova però come requisito di partecipazione alla gara il possesso di un impianto di recupero e smaltimento ma solo la iscrizione alla categoria 1 dell’Albo Gestori ambientali.
    Peraltro la destinazione dei rifiuti di comoetenza dei consorzi è stabilita dagli stessi e non dal partecipante alla gara.
    la dichiarazione di cui all’allegato H poi riporta:
    “2) di essere in possesso direttamente di impianto/i di trattamento rifiuti ovvero dichiarazione di disponibilità (rilasciata da uno o più impianti autorizzati come per legge al recupero e/o smaltimento dei rifiuti) con riferimento alla procedura di che trattasi a ricevere presso il proprio/i impianto/i i rifiuti identificati dai codici CER prodotti dal Comune;
    oppure
    3) (Laddove il concorrente non abbia direttamente la titolarità di impianto autorizzato al trattamento dei rifiuti) Di volere ricorrere all’istituto dell’avvalimento presentando a tal fine la documentazione prevista dall’art.89.

    Per cui si chiede se
    1) la titolarità di un impianto sia un requisito di partecipazione
    2) se la disponibilità di un impianto non è necessaria alla partecipazione di gara per cui “non è necessario” allegare l’allegato H
    3) se sia obbligatoria invece avere la disponibilità di un impianto da dimostrae esclusivamente con dichiarazione di disponibilità rilasciata da uno o più impianti autorizzati come per legge al recupero e/o smaltimento dei rifiuti e nel caso per quali rifiuti considerando quanto detto in tema di consorzi (RAEE COMIECO COREVE COREPLA ecc), disponibilità citata solo tra la documentazione a corredo ma non nei requisiti di partecipazione
    4) perche al punto 3) si parla di avvalimento del requisito , “Laddove il concorrente non abbia direttamente la titolarità di impianto autorizzato al trattamento dei rifiuti” se questo in effetti non è un requisito di partecipazione
    in attesa cordiali saluti


    1) in ordine al quesito “la titolarità di un impianto sia un requisito di partecipazione” la RISPOSTA è NO
    2) in ordine al quesito 2 la RISPOSTA è che si conferma che è obbligatorio produrre l’allegato H chiarendo però che solo per una parte dei rifiuti è previsto lo smaltimento in capo alla DITTA (LEGGERE ATTENTAMENTE GLI ATTI DI GARA)
    3) in ordine al quesito 3 la RISPOSTA è SI ribadendo stabilito    l’operatore è tenuto ad indicare un impianto regolarmente autorizzato per il conferimento/smaltimento per i soli rifiuti posti a carico della DITTA   (LEGGERE ATTENTAMENTE GLI ATTI DI GARA)
    4)  in ordine al quesito 4 la RISPOSTA è che l’avvallimento è una possibilità rilasciata in capo alla Ditta

    il conclusioni si ribadisce che l’operatore economico che partecipa alla gara deve possedere al momento della partecipazione tutti i requisiti di Legge che ne comprovano la capacità tecnica ed organizzativa per un corretto svolgimento del servizio 
     
    10/08/2022 10:48
  3. 26/07/2022 18:05 - in relazione al contributo di gara il disciplinare al paragrafo 12 chiede di allegare il contributo a pena di esclusione di € 600,00, tuttavia sul skto anac il contribti che risulterebbe da pagare è di 140€
    e’ giusto pagare quanto la pirocedura ci ha detto di pagare cioè 140 anzichè 600 euro?
    grazie


    come stabilito anche dall’ANAC il contributo a carico dell’operatore economico è di € 140,00 (diconso Euro centoquaranta/00)
    10/08/2022 10:50
  4. 25/07/2022 19:36 - Buonasera si voleva sapere se nel caso di avvalimento anche l’impresa ausiliaria dovesse compilare il DGUE creando un account sulla piattaforma ASMECOMM o semplicemente si può procedere a caricare il DGUE della impresa ausiliaria e la altra documentazione di sua competenza nella procedura 
    cordiali saluti


    NO basta che compila il DUGE e tutta la documentazione a corredo da caricare nella documentazione amministrativa 
    non è obbliigatorio l’utilizzo del DUGE della piattaforma, l’importante è che il DUGE sia conforme a quanto previsto dalla Legge e che contemga tutte le dichiarazioni previste negli atti di gara
     
    10/08/2022 11:02
  5. 19/07/2022 09:26 - Buongiorno, con la presente si chiedono i seguenti chiarimenti:
    1) Nel Piano Industriale (fascicolo A.2) pag. 97 non viene quotato il costo del personale richiesto per apertura a 12h/settimana per il Centro di Raccolta (art. 73 CSA). Si chiede di chiarire.
    2) I costi di gestione dei mezzi considerano un costo carburante pari a 1,35euro/litri, mentre ad oggi il costo carburante sfiora i 2euro/litro. sulla base dei Km considerati abbiamo un delta pari a circa 10.000 euro/anno- Si chiede di chiarire.
    3) Nel CSA art. 39 si chiede apertura a 12 ore/settimana di un Centro Servizi, ma tale costo non è contemplato nel resoconto economico del fascicolo A.2 pag.97. Si chiede di chiarire.
    4) Nel CSA art. 76 si riporta un criterio di valutazione differente da quello riportato nel disciplinare di gara al criterio 18.1. si chiede di chiarire.
    5) Ai sensi del DL 4/22 di gennaio 2022 articolo 29 comma a) si rende obbligatorio l’inserimento della clausola di revisione dei prezzi. Si chiede di chiarire.
    6) Nell’allegato H qualora la ditta non posside un impianto di trattamento/recupero/smaltimento si richiede “l’istituto dell’avvalimento” da parte di relativa ditta. si chiede di chiarire in quanto il possesso di tale requisito tecnico non è richiesto tra gli atti di gara e chiede verrebbe a cadere la richiesta di avvalimento, bensì, magari, una messa a disposizione.

    Grazie mille


    1) il ordine al quesito 1 la RISPOSTA è: La gestione del Centro di raccolta, così come indicato all’art. 73 del CSA, rappresenta un’attività facoltativa e in quanto tale sarà oggetto di valutazione (cfr. sub criteri A8 e A8.1).
    2) il ordine al quesito 2 la RISPOSTA è: La valorizzazione dei costi deve intendersi esaustiva in quanto la Proponente potrà sviluppare progettualità che prevedano chilometraggi differenti da quelli indicati nel Piano industriale. Il costo indicato per il carburante (è da considerarsi oltre IVA) è da intendersi come costo medio per l’intero periodo di appalto e in quanto tale non può essere oggetto di confronto con i prezzi odierni.
    in conclusione l’offerta deve essere fatta valutando le condizioni attuali di mercato
    3) il ordine al quesito 3 la RISPOSTA è: Si legga risposta al quesito 1.
    4) il ordine al quesito 4 la RISPOSTA è: I criteri di valutazione tecnica non differiscono. Nella griglia di valutazione inserita nel disciplinare di gara al punto 18.1 è stata aggiornata esclusivamente la valutazione economica (2 pt per l’attivazione dell’usufrutto oneroso ex art.70 co. 5 del CSA e 3 pt per il prezzo).
    Si precisa che in sede di gara, ai fini del calcolo del punteggio, sarà considerato esclusivamente la griglia presente nel Disciplinare di gara.
    5) il ordine al quesito 5 la RISPOSTA è: Sarà applicata ove previsto dalla Legge per i contratti di fornitura di servizi
    6) il ordine al quesito 6 la RISPOSTA è: ci si riporta alla FAQ n.4 che segue
    10/08/2022 12:11

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it