Gara - ID 11480

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante BONEA
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoLavori
PNRR – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE N.135 S.S.7 – BONEA. CUP: E97H20001070001 - CIG: 95510217DC
CIG95510217DC
CUPE97H20001070001
Totale appalto€ 821.096,02
Data pubblicazione 21/12/2022 Termine richieste chiarimenti Mercoledi - 25 Gennaio 2023 - 12:00
Scadenza presentazione offerteMartedi - 31 Gennaio 2023 - 12:00
Categorie merceologiche
  • 45 - Lavori di costruzione
DescrizionePNRR – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE N.135 S.S.7 – BONEA. CUP: E97H20001070001 - CIG: 95510217DC
Struttura proponente COMUNE DI BONEA (BN)
Responsabile del servizio Geom. Pompeo Vitagliano Responsabile del procedimento Vitagliano Pompeo
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf 02.-disciplinare-signed-bonea - 793.93 kB
File pdf 01.-bando-signed-bonea - 350.12 kB
File rar 04.-progetto-tavole-bonea - 25.04 MB
File zip 03.-modelli-di-gara - 3.56 MB

Trasparenza

Importo liquidato0,00

Chiarimenti

  1. 29/12/2022 16:50 -
    1. Per le categorie di lavoro previste nel bando di gara, si chiede se l’impresa, in possesso della sola categoria prevalente OG3 Class. III (quindi a copertura dell’intero importo dell’appalto), che non è in possesso della categoria scorporabile OG6, possa concorrere come concorrente singolo, senza far ricorso a eventuali A.T.I., dichiarando di voler subappaltare (in caso di aggiudicazione) le lavorazioni relative a tale categoria per il 100%;
    2. Quanto al sopralluogo obbligatorio richiesto dal bando, si chiede conferma se questo possa essere effettuato in forma autonoma, autocertificandolo come da modello predisposto dalla S.A., senza che quest’ultima sia tenuta al rilascio di eventuali attestati da inserire nella documentazione di gara; 
    3. Relativamente alla modalità di pagamenti - come indicato nel bando di gara e nello schema di contratto all’art. 34, - si legge che in base all’art. 5 del D.L. 28/03/1997, poi convertito in legge, non è consentita corresponsione di anticipazione del prezzo di appalto e pertanto, si chiede conferma di quanto riportato, in quanto a ns. avviso, tale previsione, sembrerebbe in contrasto con quanto riportato nel Decreto Legislativo 18/04/2016 n. 50 e succ.mod. (c.d. Codice degli Appalti) precisamente all’art. 35 comma 18 che recita: sul valore del contratto di appalto viene calcolato l’importo dell’anticipazione del prezzo pari al 20 per cento da corrispondere all’appaltatore entro quindici giorni dall’effettivo inizio della prestazione; oltre nelle  varie enunciazioni dell’ANAC che riferiscono tra le varie: l’anticipazione del 20% del prezzo dell’appalto, ossia l’importo riconosciuto all’appaltatore per far fronte alle spese necessarie all’avvio del contratto, è obbligatoria e non può essere rateizzata se non nei casi di contratti pluriennali nel settore della difesa e della sicurezza. La maggiorazione al 30% introdotta dal Decreto Rilancio, invece, è meramente eventuale e subordinata alle disponibilità in bilancio delle risorse necessarie. Lo chiarisce l’Anac con la Delibera n.325 del 13 luglio 2022 approvata per far fronte ad alcuni dubbi interpretativi sorti a seguito delle modifiche del Codice appalti che riguardano proprio l’istituto dell’anticipazione del prezzo.


    1. No il concorrente deve possedere entrambe le categorie previste dal disciplinare di gara.
    2. No il sopralluogo deve essere effettuato secondo le modalità previste dall’art. 11 del disciplinare di gara.
    3. Per quanto riguarda il testo riportato all’art. 34 dello schema di contratto trattasi di refuso. Trova applicazione quanto previsto dal D.Lgs.50/2016 e dalla delibera n.325 del 13 luglio 2022 nei limiti delle somme trasferite al Comune dall’Ente finanziatore dell’intervento che risultano essere pari al 10% dell’importo del finanziamento.
    16/01/2023 08:45

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@asmecomm.it - 800 955054

Attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14 e dalle 14:30 alle 17:30

ASMECOMM

Via Carlo Cattaneo,9 Gallarate (VA)
Tel. 800 955054 - Email: assistenza@asmecomm.it - PEC: piattaforma@asmepec.it